FBI contro un serial killer di bambini per due italiani

Andrea Novelli, Gianpaolo Zarini Per esclusione Marsilio farfalle Pagine 528 Prezzo 19,50 euro L’agente dell’FBI Craig Dabecourt è tornato in attività dopo un brutto incidente in missione che gli ha cambiato la vita. Ora si troverà ad affrontare il caso più difficile, imbattendosi nell’assassino più feroce, che sfugge a ogni logica, dentro una New York

di elvezio

Andrea Novelli, Gianpaolo Zarini
Per esclusione
Marsilio farfalle
Pagine 528
Prezzo 19,50 euro

L’agente dell’FBI Craig Dabecourt è tornato in attività dopo un brutto incidente in missione che gli ha cambiato la vita. Ora si troverà ad affrontare il caso più difficile, imbattendosi nell’assassino più feroce, che sfugge a ogni logica, dentro una New York scura e piovosa. Un assassino di bambini. In un clima tetro e claustrofobico, l’FBI è chiamata in causa per dare la caccia al serial killer soprannominato Salomone. Un criminale lucido e spietato che non si ferma davanti a nulla, neppure all’innocenza delle sue vittime. Un’architettura narrativa abilmente congegnata coinvolge il lettore e scuote la sua coscienza di fronte a una scelta angosciante e impossibile, che implica un dolore e un rimorso eterni.

Si ricavano sensazioni miste dalla lettura di questo Per esclusione. Da un lato vi è un insieme di eventi orchestrato con ottima mano e senso del ritmo, con una scrittura cinematografica che rende ogni scena simile a un fotogramma di un qualsiasi thriller statunitense degli ultimi venti anni. Grande spazio all’azione e alla scenografia, con i luoghi classici di questo tipo di narrazione, dall’obitorio alla scena del crimine all’antro del mostro ecc ecc.

Le 500 e passa pagina scivolano via con facilità fra situazioni tipiche di questo genere letterario e personaggi un tantino stereotipati, a partire dalle scene iniziali che dipingono Dabecourt a casa, con la moglie che non riesce più a confrontarsi con il mestiere del marito, topos già visitato centinaia di volte e francamente evitabile.

Se la tecnica narrativa di Novelli e Zarini è quindi fuori di dubbio, rimane però un certo amaro in bocca per l’ambientazione americana, specie pensando a una Marsilio che è solita dar spazio e rilevanza a grandi autori europei che fanno dell’ambientazione nei loro Paesi d’origine uno dei loro punti forti. Per esclusione, da questo punto di vista, è un lavoro anonimo, che potrebbe essere stato scritto da un qualsiasi autore americano, e questo è insieme complimento e biasimo per i due autori.

Un lavoro più attento in fase di editing, con particolare attenzione a certa sovraggettivazione, avrebbe snellito il volume e migliorato la resa finale, che rimane sicuramente positiva ma ci lascia vogliosi di un loro prossimo lavoro più asciutto e ambientato dalle nostre parti.

Fonte: Marsilio Editori