Pizzo a Berlino: una proposta che non puoi rifiutare

All’attenzione della vs persona, Siamo una cooperativa di assistenza con decennale esperienza, perciò ci pregiamo sottoporvi la presente: Noi vi garantiamo sicurezza per voi e le vs famiglie…. Una polizza assicurativa, che vi consigliamo di non rifiutare…. Ogni mese passeranno i nostri incaricati che si presenteranno a nome del vs Santo protettore. Che voi dovrete

di gaetano

All’attenzione della vs persona,
Siamo una cooperativa di assistenza con decennale esperienza, perciò ci pregiamo sottoporvi la presente:

Noi vi garantiamo sicurezza per voi e le vs famiglie….
Una polizza assicurativa, che vi consigliamo di non rifiutare….

Ogni mese passeranno i nostri incaricati che si presenteranno a nome del vs Santo protettore.
Che voi dovrete benedire con un’offerta spontanea,
Perché ogni offerta che non viene data con il cuore o viene data in ritardo o peggio con l’infamia di Giuda fa dolore al Santo…
ma
più ancora al peccatore…

Cogliamo l’occasione per augurarvi un Natale di pace e un prosperoso anno nuovo.

Sembra un film e magari, a volerci ridere sopra, si possono immaginare i Totò e Peppino di turno che scrivono questa il testo di questa missiva, invece è uno dei casi in cui la realtà si fa beffe della fantasia. Questa è infatti la lettera che si sono visti recapitare prima di Natale gran parte dei ristoratori italiani di Berlino. 43 di loro hanno però deciso di non piegare la testa, hanno affisso sulle vetrine dei loro ristornati un cartello con scritto “MAFIA? NEIN DANKE” e creato un’associazione antiracket sulle orme di Libero Grassi. Italiani pizza, mandolino e niente mafia.

Fonte: Corriere della Sera Magazine, Pizzo a Berlino di Felice Cavallaro