‘Ndrangheta: 43 arresti per droga e sequestro beni per 50 milioni

Stroncato un traffico internazionale di droga dalla GDF: cocaina in Italia, droghe sintetiche in Australia. Coinvolti clan di Lamezia e Cirò Marina.

di remar

Maxi operazione antidroga in Calabria e in altre quattro regioni italiane. La Guardia di Finanza all’alba di oggi ha notificato a 43 persone un provvedimento di fermo di indiziato di delitto e sequestrato beni per oltre 50 milioni di euro.

Le indagini sono partite ricostruendo un importante traffico di droga gestito da un clan lametino, da lì i militari delle Fiamme Gialle sono arrivati a scoperchiare un altro giro di stupefacenti, nel crotonese, a Cirò Marina.

Alcuni dei soggetti sottoposti a fermo sono ritenuti affiliati a cosche di ‘ndrangheta. Ad occuparsi di entrambe le indagini, unite poi in un’unica inchiesta, sono stati i magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, il procuratore della Repubblica Antonio Vincenzo Lombardo e il sostituto Vincenzo Luberto hanno firmato i provvedimenti di fermo.

Gli arresti oltre che in Calabria (nel crotonese e nel lametino) sono stati eseguiti anche in Toscana, Lombardia, Lazio e Campania. Secondo gli investigatori, scrive il Quotidiano della Calabria, gli indagati gestivano anche un giro di droghe sintetiche destinate all’Australia mentre la droga che veniva spacciata di più in Italia era la cocaina.

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →