Iran: la dura legge del taglione è ancora in voga.

La dura legge del taglione, presente già ai tempi di Hammurabi e fortunatamente abolita da tempo, ha ancora degli estimatori in paesi come l’Iran. La pratica consiste nel far provare al carefice la stessa sofferenza inflitta alla vittima. Basandosi su questa idea il condannato Majid, di 27 anni, perderà l’uso della vista. Il giovane, riconosciuto

La dura legge del taglione, presente già ai tempi di Hammurabi e fortunatamente abolita da tempo, ha ancora degli estimatori in paesi come l’Iran. La pratica consiste nel far provare al carefice la stessa sofferenza inflitta alla vittima.

Basandosi su questa idea il condannato Majid, di 27 anni, perderà l’uso della vista. Il giovane, riconosciuto colpevole di aver accecato una ragazza gettandole dell’acido sul viso, è stato condannato a subire lo stesso trattamento. Gli verranno inoculate 10 gocce di acido in ciascun occhio.

La sentenza arriva dopo 4 anni di processo. Majid aveva sfigurato una ragazza di 26 anni, Ameneh, che rifiutava le sue proposte di matrimonio. Una volta fermato ha confessato lo scempio ed è partito il processo.

Adesso, dopo che la condanna è stata ratificata dalla Corte Suprema, la sentenza diventa esecutiva. L’unica speranza del giovane è che la ragazza lo perdoni, nel qual caso la vista gli sarebbe risparmiata.

Sfortunatamente la dichiarazione di Ameneh:

“Non dimenticherò mai l’ultima immagine che ho visto, quella di lui che mi aggredisce, e che ritorna in tutti i miei incubi”

non lascia presagire una possibilità simile.