Fermati gli aggressori di Nettuno: “Volevamo solo divertirci”

Sono stati identificati i tre vandali che nella notte tra sabato e domenica hanno selvaggiamente picchiato e bruciato un uomo che aveva cercato riparo dal freddo nella stazione di Nettuno, Roma. Tre ragazzi, di 16, 19 e 29 anni, in cerca di “un pò di divertimento“. L’assurda idea è venuta loro mentre stavano facendo il


Sono stati identificati i tre vandali che nella notte tra sabato e domenica hanno selvaggiamente picchiato e bruciato un uomo che aveva cercato riparo dal freddo nella stazione di Nettuno, Roma.

Tre ragazzi, di 16, 19 e 29 anni, in cerca di “un pò di divertimento“. L’assurda idea è venuta loro mentre stavano facendo il pieno all’auto con cui avevano girato tutta la notte quando: restava un euro di benzina e anziché lasciarlo nel distributore hanno deciso di “fare uno scherzo all’indiano della stazione“.

Così hanno riempito qualche bottiglia di birra e sono andati a cercarlo. “Eravamo fatti di alcol e hashish, l’idea era di spegnerlo subito, tanto per fargliela fare addosso“.

E’ stato grazie al racconto della vittima, il 35enne Navtej Singh Sidhu, e da un controllo effettuato dalle autorità nella notte dell’aggressione, che ha portato all’identificazione dei tre giovani e al loro arresto per tentato omicidio aggravato.

L’uomo è ancora ricoverato al S.Eugenio di Roma e le sue condizioni stanno lentamente migliorando, è già fuori pericolo di vita.

Via | La Nazione