Roma a 40°: vademecum di 06blog per sopravvivere all’inferno romano

Il vademecum salva-vita di 06blog per sopravvivere all’inferno romano e l’allerta caldo con rischi per salute, incendi e anziani

di cuttv

Sopravvivere in città con questo caldo è una questione zen, va cercata dentro perché fuori ‘c’è lo squaglio’ e neanche l’aria condizionata può portare refrigerio all’inferno o tenere a bada l’armata delle tenebre degli anticicloni africani.

L’ultimo “colosso dei deserti”, in arrivo con temperature che raggiungeranno i 37-38°C, sfiorando il picco dei 40°C, già ribattezzato Lucifero, è pronto a darci il colpo di grazia tra il 18 e il 21 agosto, con un caldo da bollino rosso, a rischio ondate di calore e allerta per salute, anziani e incendi. Dopo il salto trovate il vademecum salva-vita di 06blog per sopravvivere all’inferno romano.

• si parte dall’ABC per scongiurare malori, colpi di calore e incidenti, dal bere più acqua all’evitare eccessi di caffeina e alcolici, dall’indossare abiti leggeri, cappelli e tutto quello che ripara dai raggi solari, all’evitate di uscire nelle ore più calde del giorno, soprattutto per i soggetti più a rischio, bambini, anziani e malati.

• Tenere a portata di mano numeri di emergenza e link utili per affrontare Agosto in città, perché un elettricista rapido può salvare la vita a un paziente a rischio, quanto l’elicottero dei vigili del fuoco.

• Tenere d’occhio i bollettini della Protezione civile e quelli delle ondate di calore quando compilate il palinsesto di impegni e uscite.

• Approfittare del Piano Caldo del Campidoglio, soprattutto fate attenzione ai nonni che restano soli in città, non serve che siano i vostri, vanno bene anche quelli degli altri, che in molti casi da soli non riescono ad usufruire dei servizi creati per loro da chi è troppo giovane per capirne le difficoltà.

• In caso di emergenza è indispensabile seguire i consigli degli esperti a partire da quelli confluiti nel vademecum della Protezione Civile, non solo quando scoppia un incendio.

• Bere, bere, bere .. tenendo a mente o sul cellulare la mappa dei nasoni di Roma, e l’acqua dissetante che scorre copiosa e già pagata in tutta la città.

• Collaudata anche l’operazione grattachecca & gelati, di ogni gusto per ogni palato, anche per celiaci o intolleranti a latte e derivati.

• Nutrirsi in modo leggero e rinfrescante è altrettanto importante, tenendo presenti anche il decalogo E…State ok con la nutrizione, e se ne avete bisogno anche il vademecum con i cibi consigliati contro l’insonnia stilato da Col diretti.

• Braccare il fresco, a partire dalle piscine di Roma, pubbliche, private, termali, dai parchi acquatici al mare, facendo attenzione alle spiagge della capitale.

• La cosa vale anche per gli amici non necessariamente pelosi, tutelati dal piano estivo del comune ma soprattutto da voi, che potete approfittare anche del vademecum anti caldo per micio-fido e animali di casa condiviso dall’Aida e dei vantaggi offerti dalla spiaggia sul Tevere del Villa Bau Village.

• Ovviamente il più prezioso di tutti .. usate la testa, è quella attaccata al collo, e dalla quale potete tirar fuori tutto il suon senso necessario per starvene lontani da rischi inutili.

Se avete qualche dritta e suggerimenti non fate i timidi, direttamente nei commenti o via mail: suggerimenti@06blog.it

Foto | Flickr