Napoli: spara a figlio e moglie con un fucile, arrestato

L’uomo ha colpito moglie e figlio al culmine di un litigio con quest’ultimo. La madre è finita nella traiettoria per far da scudo al ragazzo.

di remar

È stato arrestato con l’accusa di aver sparato a moglie e figlio l’uomo di 61 anni, incensurato, che ieri pomeriggio a Sant’Antimo, nel napoletano, ha imbracciato un fucile aprendo il fuoco contro la sua famiglia.

Le vittime, 28 anni il ragazzo e 59 la donna, sono state ferite in modo non grave come spiegato dal personale sanitario dell’ospedale di Giugliano che ha soccorso e medicato madre e figlio. Le loro condizioni non preoccupano.

In base a quanto accertato dai carabinieri, l’uomo avrebbe colpito moglie e figlio al culmine di un litigio con quest’ultimo, facile a finire nei guai. La madre sarebbe finita nella traiettoria per aver cercato di fare da scudo al 28enne.

Secondo Il Mattino di Napoli il fatto è avvenuto verso le 17. Il 61enne, affetto da una grave patologia dal 2010, e costretto sulla sedia a rotelle, avrebbe sparato contro il ragazzo al culmine dell’ennesima lite.

In casa dell’uomo c’erano 5 fucili da caccia regolarmente detenuti. Il figlio ha precedenti per droga e in casa sono state trovate e sequestrate 8 piante di canapa indiana e tutto l’occorrente per l’essiccazione.