Basket NBA: Lakers e New York, panchine ancora in alto mare

Dopo il no di Kerr, la formazione di New York sembra voler puntare su Fisher. Interessa anche ai californiani, ma la lista è molto lunga.

Mentre l’attenzione è ovviamente rivolta ai playoff, con in corso le finali di conference, due delle squadre storiche del basket NBA sono a caccia dell’allenatore: New York Knicks e Los Angeles Lakers. Entrambe le franchigie non hanno disputato la post season ed appaiono ancora abbastanza in alto mare nella loro decisione: a dir la verità, la società della Grande Mela aveva già fatto la scelta. Aveva puntato Steve Kerr, ex giocatore del neo presidente Phil Jackson a Chicago, ma quando sembrava tutto fatto, l’ex tiratore ha scelto Golden State.

Così la ricerca è dovuta ripartire da zero e non sembra essere imminente una decisione: Jackson vuole circondarsi di persone fidate e già conosciute, così il nome nuovo favorito sembra essere Derek Fisher. Il ‘venerabile maestro’ è però ancora in campo, per l’ultima stagione della carriera con la maglia di Oklahoma City. Dunque, servirà prima aspettare la fine del cammino dei Thunder (ora sotto 0-2 con San Antonio) per poter eventualmente mettere nero su bianco. Fisher, però, pare interessare anche ai californiani, a caccia del tecnico per ripartire, dopo la terribile stagone.

La lista dei gialloviola appare piuttosto lunga: nei giorni scorsi ci sono stati i contatti con Mike Dunleavy Sr. e Byron Scott, ma si parla di un possibile incontro a breve con Tom Thibodeau, attuale tecnico di Chicago. “Non abbiamo una data limite così ravvicinata – ha spiegato il general manager Mitch Kupchaked abbiamo appena iniziato la ricerca ed i contatti. Potrebbe arrivare entro le prossime due o tre settimane, ma ci saranno molti incontri, probabilmente più di tre o quattro”. Non c’è fretta e le due società non vogliono rischiare di sbagliare la loro scelta.

Ultime notizie su NBA

Tutto su NBA →