Scontro fra un camion e un treno in Puglia, muore il macchinista, 25 passeggeri feriti

Un macchinista dell’Eurostar Frecciargento 9351, partito da Roma alle 8.45 e destinato a Lecce, si è scontrato con un camion all’altezza di Cisternino, a pochi chilometri da Brindisi. Secondo le prime ricostruzioni l’automezzo si trovava fermo sui binari, il suo conducente aveva provato a superare il passaggio a livello mentre lo stesso si stava chiudendo,

di

Un macchinista dell’Eurostar Frecciargento 9351, partito da Roma alle 8.45 e destinato a Lecce, si è scontrato con un camion all’altezza di Cisternino, a pochi chilometri da Brindisi. Secondo le prime ricostruzioni l’automezzo si trovava fermo sui binari, il suo conducente aveva provato a superare il passaggio a livello mentre lo stesso si stava chiudendo, ma era rimasto bloccato e aveva abbandonato il mezzo.

Nell’impatto è morto un macchinista mentre 25 passeggeri sono rimasti feriti. Gli altri viaggiatori sono stati portati fino alla stazione di Cisternino e hanno concluso il viaggio con bus sostitutivi messi a disposizione da Trenitalia. Il conducente del Tir ha commesso una grave imprudenza, ma ancor più grave è il fatto che il macchinista non ha potuto evitare l’impatto perché non avvisato dalla presenza del mezzo ad ostruire i binari.

Giuseppe Campanella, 50 anni di Acquaviva Delle Fonti, avrebbe dovuto condurre il treno nella stazione di Lecce intorno alle 14.15. Da sottolineare il fatto che, paradossalmente, proprio il mancato tentativo di forzare la sbarra del passaggio a livello già abbassata non ha fatto scattare l’allarme che avrebbe consentito all’Eurostar di evitare l’impatto.

L’incidente ha causato anche il deragliamento del treno e il blocco della linea ferroviaria Bari – Lecce che è limitata a Fasano per i treni regionali e a Bari per quelli a lunga percorrenza. Per raggiungere il Salento è necessario utilizzare gli autobus sostitutivi e ci vorranno almeno 36 ore per la rimozione del treno incidentato ed il ripristino della linea. Sono state aperte due inchieste per verificare l’esatta dinamica, una interna di Trenitalia e RFI ed un’altra da parte della Magistratura. Il caso merita un approfondimento visto che appena tre giorni fa, nei pressi di Bari, si era ripetuto lo stesso tipo di incidente fra una locomotiva e un autobus cittadino che aveva invaso un altro passaggio a livello.

Il Codacons ha lamentato il preoccupante aumento di eventi come questo:

Si tratta di un incidente gravissimo, il cui bilancio poteva essere assai più tragico. In Italia gli scontri di questo tipo stanno aumentando pericolosamente: lo scorso anno si sono registrati ben 18 incidenti in corrispondenza dei passaggi a livello, con 15 vittime e 3 feriti gravi. E l’aspetto più preoccupante è che il dato appare il peggiore degli ultimi quattro anni.

Foto | Osservatorio Oggi