‘Ndrangheta, 14 arresti per usura a Cosenza

Gli arrestati sono accusati di usura ed estorsione con l’aggravante delle finalità mafiose.

Quattordici persone sono state arrestate dai carabinieri di Cosenza con l’accusa di far parte di un’organizzazione criminale dedita ad usura ed estorsioni.

Al centro delle indagini è finito un gruppo emanazione delle cosche Cicero-Lanzino e Rango-Zingari, attive sul territorio di Cosenza, che avrebbero utilizzato i soldi della ‘ndrangheta per concedere prestiti a tassi con interessi del 30% al mese.

Tra gli arrestati, lo riferiscono gli inquirenti, c’è anche il calciatore professionista Francesco Modesto, centrocampista che nel corso degli anni ha giocato col Cosenza, col Palermo, col Bologna e col Padova.

Maggiori dettagli sull’operazione saranno resi noti nelle prossime ore.

(in aggiornamento)