Eurolega Final Four 2014 Milano: Messina “NBA? Non ne ho idea, forse da assistente”

La grande delusione per il ko in semifinale non è stata assorbita per Ettore Messina ed il futuro è ancora da definire, ma sarà lontano da Mosca.

Il giorno dopo la delusione è ancora grandissima. E non potrebbe essere altrimenti, vista la grande beffa subita dal suo Cska Mosca contro il Maccabi Tel Aviv. Ettore Messina ha visto interrompersi bruscamente la sua corsa verso il quinto titolo europeo alle Final Four di Milano, dopo essere stato virtualmente in finale per 39’55”: “O vinciamo bene, oppure nei finali così ci va il sangue alla testa – spiega il tecnico italiano – Ci preoccupiamo di segnare un canestro in attacco e trascuriamo tanti piccoli aspetti difensivi o di circolazione di palla”.

E’ così arrivata una sconfitta terribile da assorbire, sinistramente simile a quella subita nel 2012 in finale contro l’Olympiacos (anche se Messina non era in panchina): “Il rammarico è quello di non essere riuscito ad aiutare questi ragazzi a fare l’ultimo passo”. Ora ci sono ancora i playoff di VTB League, dove il Cska parte da un clamoroso 0-2, (“Non so come reagiremo, siamo molto a rischio”), poi il tecnico lascerà la compagine russa: “Questa semifinale non cambia nulla. I dirigenti sanno le mie idee già da tre mesi, l’informazione l’ho data. Non è un segreto, ognuno per la sua strada”.

E quella sperata da Messina si chiama NBA, ma non c’è alcuna certezza: “Non ho la più pallida idea, perché ci sono state tante chiacchiere sui giornali, ma nessuna telefonata o incontro”. Sono ancora vacanti le panchine di Lakers e Utah, però il tecnico italiano non si fa illusioni: “L’apprezzamento di colleghi ed avversari mi fa un piacere quasi da bambino – conclude – ma da qui ad illudersi che possano venire prendere me per allenare ne passa. La trafila più probabile sarebbe forse se tornassi a fare l’assistente, magari così…”.

Ultime notizie su NBA - Basket

Tutto su NBA - Basket →