Eurolega basket: Bertomeu “Le Final Four, Milano, Siena e Minucci”

Bertomeu ha parlato della situazione del basket italiano per il 2015: dalla licenza pluriennale di Milano, alla situazione di Siena, dopo l’arresto di Minucci.

Le squadre italiane non sono presenti alle Final Four di Eurolega di Milano, ma anche il nostro basket è uno dei temi importanti per il futuro della massima competizione continentale. Ne abbiamo parlato con Jordi Bertomeu, il numero uno della competizione e, ovviamente, uno dei temi caldi è sicuramente ciò che sta avvenendo a Siena, con il club a serissimo rischio di fallimento: “E’ una situazione spiacevole per Siena – ha spiegato ai microfoni di Blogo – e per la pallacanestro a livello italiano ed europeo”.

L’arresto dell’ex presidente Ferdinando Minucci ha fatto molto parlare e, ovviamente, colpito anche l’Eurolega: “La Mens Sana è stata una squadra di riferimento per tanti anni, così Minucci è stata una persona di riferimento, soprattutto per l’Italia”. Ora è quasi certa l’esclusione dal prossimo campionato di Serie A e, di conseguenza, anche dall’Eurolega. Su questo tema, Bertomeu ci va con molta cautela: “Dobbiamo aspettare il corso della giustizia e mi auguro che tutto diventerà chiaro. Aspettiamo il finale di stagione, poi decideremo se Siena è una squadra di Eurolega oppure no”.

La grande favorita per il titolo italiano è Milano, anche se la licenza biennale dei lombardi è appena scaduta. Il n° 1 dell’Eurolega conferma l’ipotesi di dare una licenza pluriennale all’Olimpia: “Abbiamo definito gli obiettivi due/tre anni fa e tutto sta andando come avevamo stabilito. I playoff hanno aiutato, ma conta anche il loro progetto stabile e consistente”. Gli applausi al capoluogo lombardo per il lavoro durante le Final Four: “Siamo molto soddisfatti, in città c’è grande atmosfera”. Tra un anno si andrà in Spagna: sarà Madrid ad ospitare le finali 2015.

Foto Alessia Doniselli