Arrestato in Messico un sicario dei narcotrafficanti: “Ho sciolto nell’acido almeno 300 persone nell’ultimo anno”

Da almeno dieci anni lavorava per i narcotrafficanti messicani e si occupava di far sparire i nemici e le persone scomode al suo boss, Teodoro Eduardo Garcia Simental.Si chiama Santiago Meza Lopez, 45 anni, ed è stato proprio lui, arrestato due giorni fa a Ensenada, vicino la famosa Tijuana, ad ammettere i suoi crimini: li


Da almeno dieci anni lavorava per i narcotrafficanti messicani e si occupava di far sparire i nemici e le persone scomode al suo boss, Teodoro Eduardo Garcia Simental.

Si chiama Santiago Meza Lopez, 45 anni, ed è stato proprio lui, arrestato due giorni fa a Ensenada, vicino la famosa Tijuana, ad ammettere i suoi crimini: li scioglieva nell’acido, eliminandone completamente ogni traccia.

Lo chiamavano “el Pozolero”, colui che prepara lo stufato, e per quel “lavoro” si portava a casa circa 2500 dollari al mese: “Mi portavano i corpi e io semplicemente me ne sbarazzavo. Non provavo un bel niente. Possano perdonarmi“. Ha ammesso anche di aver fatto sparire almeno 300 persone soltanto nell’ultimo anno.

Via | La Jornada