Giro d’Italia 2014 | La 6a tappa, Sassano-Montecassino: ha vinto la Maglia Rosa Michael Matthews

Giro d’Italia 2014 | La sesta tappa da Sassano a Cassino (Montecassino)

18:13 – Qui la classifica aggiornata della Maglia Rosa: Giro d’Italia 2014 – Classifica Generale: la Maglia Rosa

A breve anche le altre.

17:49‘Purito’ Rodriguez è arrivato al traguardo con oltre 7 minuti di ritardo a causa delle contusioni riportate nella caduta. Molto probabilmente si ritirerà.

17:41 – Secondo i conteggi ufficiali Cadel Evans ora è secondo in classifica a 21 secondi da Matthews, ed ha 57″ di vantaggio su Rigoberto Uran e addirittura 1’47” su Nairo Quintana. Tra pochissimo vi mostreremo la top-10 completa. Non ci sono notizie di ‘Purito’ Rodriguez, che avevamo visto pedalare molto lentamente dopo essere rimasto coinvolto nella caduta alle pendici di Montecassino.

17:37 – Questi i primi 10 di oggi:

    1 – Michael Matthews (Aus) Orica Greenedge    
    2 – Tim Wellens (Bel) Lotto Belisol    
    3 – Cadel Evans (Aus) BMC Racing Team    
    4 – Matteo Rabottini (Ita) Neri Sottoli – Yellow Fluo      
    5 – Ivan Santaromita (Ita) Orica Greenedge    
    6 – Steve Morabito (Swi) BMC Racing Team    
    7 – Wilco Kelderman (Ned) Belkin Pro Cycling Team
    8 – Mauro Finetto (Ita) Neri Sottoli – Yellow Fluo  
    9 – Diego Ulissi (Ita) Lampre-Merida
    10 – Fabio Andres Duarte Arevalo (Col) Colombia

17:35 – Sarà quindi ancora Michael Matthews ad indossare la Maglia Rosa anche domani. Cadel Evans ha chiuso in terza posizione, perdendo da Matthews ma guadagnando almeno una 40ina di secondi su Nairo Quintana.

17:30 – Ha vinto Michael Matthews in volata beffando il connazionale Cadel Evans! Fantastico spunto della Maglia Rosa!

17:29 – Ultimo km. Robert Kišerlovski (Trek) è stato ripreso. Sono rimasti in quattro davanti, tra i quali Rabottini, Evans e Matthews.

17:28 – 1.5km al traguardo. Il croato Robert Kišerlovski (Trek) è partito all’inseguimento dei sei al comando.

Schermata 2014-05-15 alle 17.27.55

17:26 – 1.8km al traguardo. Sono rimasti in sei in testa. Sempre una 30ina di secondi sul gruppetto degli altri big.

Schermata 2014-05-15 alle 17.25.40

17:24 – Anche Rick Flens (Belkin) è risalito in sella ma sembra davvero messo male.

Schermata 2014-05-15 alle 17.23.40

17:23 – 3km al traguardo. Ora sono 32 i secondi di vantaggio per il gruppetto di Evans e Matthews.

17:22 – 4km al traguardo. Acciaccatissimo Svein Tuft, ma comunque in sella.

Schermata 2014-05-15 alle 17.21.26

17:20 – 5km al traguardo. 37″ di vantaggio per il gruppo di Evans e Matthews sugli altri big. In difficoltà ‘Purito’ Rodriguez, anche lui coinvolto nella caduta.

Schermata 2014-05-15 alle 17.19.07

17:18 – 6km al traguardo. C’è Cadel Evans con due compagni di squadra nelle prime posizioni, così come c’è anche la Maglia Rosa Michael Matthews. Gli altri big sono tutti staccati. Giampaolo Caruso è stato già caricato sull’ambulanza.

Schermata 2014-05-15 alle 17.17.36

17:15 – 8km al traguardo. Dopo queste cadute il gruppo è molto frazionato. Ci sono circa 15 corridori in testa. Molto sofferente Giampaolo Caruso.

Schermata 2014-05-15 alle 17.15.07

17:13 – Preoccupano le condizioni di Giampaolo Caruso, steso a terra. Sembra essere cosciente, ma sicuramente avrà rimediato qualche frattura.

Schermata 2014-05-15 alle 17.12.23

17:11 – 11km al traguardo. Due brutte cadute in rapidissima sequenza in coda al gruppo!

Schermata 2014-05-15 alle 17.11.04
Schermata 2014-05-15 alle 17.10.54

17:09 – 12km al traguardo. Dopo 230km di fuga sono stati ripresi Marco Bandiera (Androni-Venezuela), Edoardo Zardini (Bardiani-CSF), Andrea Fedi (Neri Sottoli-Alé) e Rodolfo Andres Torres Agudelo (Team Colombia). Gruppo compatto alle pendici di Montecassino.

Schermata 2014-05-15 alle 17.09.22

17:04 – 15km al traguardo. Si stanno ringraziando a vicenda i quattro fuggitivi, consapevoli che ormai la loro fuga verrà presto annullata.

Schermata 2014-05-15 alle 17.04.03

17:02 – 17km al traguardo. Tutti i big, compreso Michael Matthews, stanno prendendo posizione in testa al gruppo. 57″ di vantaggio per i quattro battistrada.

16:58 – 20km al traguardo. 1’14” il nuovo distacco.

16:56 – Ora piove anche sul traguardo.

Schermata 2014-05-15 alle 16.55.22

16:50 – Appena 1’30” separano ora il gruppo dai fuggitivi, che sembrano aver mollato.

16:47 – C’è anche la Lampre-Merida nelle prime posizioni, al lavoro per Diego Ulissi.

Schermata 2014-05-15 alle 16.46.40

16:43 – 30km al traguardo. 2’27” il nuovo distacco.

16:37 – Come non detto. Secondo il nuovo rilevamento fisso, il vantaggio dei fuggitivi è ora di 2’57”. E’ comunque probabile che non vadano a riprenderli prima di arrivare a 10-12km dal traguardo, per evitare nuovi tentativi di fuga.

16:33 – Stabile a 3’40” il ritardo del gruppo, che sembra non volersi avvicinare troppo ai battistrada in questa fase.

Schermata 2014-05-15 alle 16.32.23

16:29 – Ora c’è anche la Katusha e l’Omega Pharma-Quickstep in testa al gruppo. Joaquin Rodriguez e Rigoberto Uran vorranno riprovarci anche oggi nella salita finale di Montecassino.

Schermata 2014-05-15 alle 16.28.13

16:25 – 42km al traguardo. Gruppo allungatissimo in questo momento sotto la spinta del Team Trek.

16:21 – 45km al traguardo. 3’40” il nuovo distacco.

16:19 – Qualche goccia di pioggia e i nuvoloni neri all’orizzonte hanno indotto molti corridori ad indossare fin da subito le mantelline.

Schermata 2014-05-15 alle 16.19.05

16:17 – Il passaggio del gruppo è stato salutato anche da un paio di tifosi che hanno sventolato una bandiera tricolore.

Schermata 2014-05-15 alle 16.16.32

16:14 – 49km al traguardo. Adesso è sceso a 4 minuti netti il vantaggio dei 4 battistrada sul gruppo.

16:10 – 52km al traguardo. Sta ricominciando a piovigginare. Il gruppo ha iniziato a spingere; il vantaggio dei battistrada è sceso a 4’55”

Schermata 2014-05-15 alle 16.08.59

16:01 – 57km al traguardo. 6’35” il vantaggio di Marco Bandiera (Androni-Venezuela), Edoardo Zardini (Bardiani-CSF), Andrea Fedi (Neri Sottoli-Alé) e Rodolfo Andres Torres Agudelo (Team Colombia) sul gruppo.

15:56 – 60km al traguardo. La media dopo 5 ore di gara è di 38.5 km/h. Moltissimi corridori del gruppo si sono fermati per andare in “bagno”, causando un nuovo rallentamento. Siamo sempre curiosi di scoprire a quanto ammonta ora il vantaggio dei fuggitivi.

15:48 – 65km al traguardo. Il gruppo, causa rifornimento, ha un po’ rallentato negli ultimi km. Siamo in attesa di un nuovo riferimento cronometrico per capire a quanto ammonta attualmente il distacco dai quattro di testa.

15:42 – 70km al traguardo. L’Anfiteatro Capuano di Santa Maria Capua Vetere.

Schermata 2014-05-15 alle 15.42.23

15:39 – Fumiyuki Beppu (Trek) e Yukiya Arashiro (Europcar), i due giapponesi presenti a questo Giro, trovano anche il tempo di scherzare tra loro in questa fase non ancora intensissima della tappa di oggi.

Schermata 2014-05-15 alle 15.36.25

15:33 – Rifornimento per i 4 battistrada.

Schermata 2014-05-15 alle 15.32.42

15:30 – Nuovo rilevamento cronometrico; poco meno di 6 minuti di ritardo dai battistrada per il gruppo. Tempo molto variabile; sui fuggitivi splende il sole, mentre invece sul gruppo sta cadendo qualche gocciolina di pioggia.

Schermata 2014-05-15 alle 15.28.51

15:26 – La carovana del Giro è arrivata a Caserta.

Schermata 2014-05-15 alle 15.25.48

15:24 – 82km al traguardo. Il vantaggio dei fuggitivi sul gruppo, secondo l’ultimo rilevamento, dovrebbe essere di circa 7 minuti.

Schermata 2014-05-15 alle 15.21.26

15:18 – Ricordiamo che questa è la tappa più lunga di tutto il Giro, ben 257 km, 10 km sono stati aggiunti a causa di una frana non risolta in località Polla, perciò stamattina al km 20 la corsa è stata deviata ed è poi tornata sul percorso originario al km 51.

15:15 – Andrea Fedi si è aggiudicato 10 punti allo sprint intermedio di Maddaloni, dietro di lui Marco Bandiera (6 punti), poi Edoardo Zardini (3 punti).

15:12 – Ora il gruppo è a Maddaloni, dove c’è il traguardo volante.

14:58 – A 97,8 km dalla fine il distacco è di 5′ 30″.

14:50 – All’arrivo sta già cominciando a piovere.

14:48 – Ecco il gruppo della Maglia Rosa con un uomo Sky al comando

Gruppo Maglia Rosa a Cicciano

14:47 – I fuggitivi stanno attraversando in questo momento Cicciano. Mancano 106,6 km alla fine, il distacco è di 5′ 15″.

14:45 – Per ora al traguardo a Montecassino non piove, ma c’è il 50% di possibilità che cominci a scendere la pioggia proprio quando arriveranno i corridori.

14:38 – Il gruppo non ha ancora alzato il ritmo, in testa c’è più o meno un uomo per ognuna delle squadre principali.

14:25 – Il gruppo è arrivato ora nella provincia di Napoli.

14:12 – Al passaggio sul traguardo del GPM di Cava de’ Tirreni, il gruppo è transitato con un ritardo di 9 minuti dai battistrada. Dopo una mattina all’insegna del maltempo finalmente ora ha smesso di piovere, ma la situazione potrebbe comunque cambiare nuovamente con il prosieguo della corsa.

14:04 – Al GPM di Cava de’ Tirreni (4a cat.) è stato Torres (Team Colombia) il primo a transitare sul traguardo, alle sue spalle, in questo ordine, i tre italiani Zardini, Bandiera e Fedi. In questo momento i corridori hanno percorso circa 120km ad un media di oraria di 37.6km/h. Il vantaggio dei fuggitivi all’ultimo rilevamento cronometrico è sceso a 8 minuti.

13:44 – Dal decimo chilometro di gara è in corso una fuga che coinvolge tre corridori italiani ed uno colombiano: Marco Bandiera (Androni-Venezuela), Edoardo Zardini (Bardiani-CSF), Andrea Fedi (Neri Sottoli-Alé) e Rodolfo Andres Torres Agudelo (Team Colombia). Il gruppo ha lasciato fare i quattro in questione, al punto che al 60esimo km il loro vantaggio è salito fino a 14 minuti. Adesso i quattro battistrada sono all’84esimo km, ed il loro margine si è ridotto a 8’18”. Molto bassa la media di gara (38km/h), anche a causa del cattivo tempo.

Giro d’Italia 2014: la 6a Tappa Sassano-Montecassino

Ci siamo veramente divertiti ieri a seguire e commentare la quinta tappa del Giro d’Italia 2014 da Taranto-Viggiano. Ci sono stati grandi colpi di scena, compreso naturalmente l’epilogo finale, con la vittoria conquistata da Diego Ulissi della Lampre-Merida al termine di un formidabile forcing negli ultimi 400 metri. Michael Matthews, l’australiano della Orica-GreenEDGE che guida la classifica generale dal secondo giorno, ha centrato un bel sesto posto, dimostrando di non voler rinunciare alla Maglia Rosa senza prima combattere.

Certo non sarà mai lui il ciclista che sfilerà vestito di rosa a Trieste il prossimo primo giugno, ma questo è un altro discorso; indossare la Maglia Rosa è un privilegio che capita a pochi ed è sempre difficile separarsene. Ieri abbiamo anche potuto apprezzare le ottime condizioni di Cadel Evans, secondo sul traguardo, ma anche quelle dei due colombiani Rigoberto Uran e Nairo Quintana, entrambi nella Top-10 sul traguardo di Viaggiano.

Buona pure la prova di ‘Purito’ Rodriguez, anche lui nel gruppetto dei migliori ieri, che ha spremuto la sua squadra per annullare i tentativi di fuga di Gianluca Brambilla (Omega) e Davide Malacarne (Europcar) negli ultimi 10km. Probabilmente l’intenzione era quella di puntare alla vittoria di tappa recuperando qualche secondo prezioso per la classifica generale. Alla fine non c’è riuscito, ma ha dimostrato di avere ‘la gamba’ per puntare in alto.

La tappa di oggi da Sassano (prov. di Salerno) a Montecassino (prov. di Frosinone) è la più lunga del Giro d’Italia 2014 con i suoi 257km, dieci in più rispetto a quanto previsto inizialmente a causa di una modifica del percorso dovuta ad una frana in provincia di Salerno. Gli organizzatori hanno pensato di far arrivare la ‘Corsa Rosa’ in cima al monte, sul quale è posta la celebre abbazia dell’ordine benedettino, in occasione del 70esimo anniversario della Battaglia di Montecassino, una delle più aspre e sanguinolente della Seconda Guerra Mondiale, nella quale persero la vita moltissime persone.

Oggi sono previsti due GPM. Il primo, di 4a categoria, si affronterà a Cava de’ Tirreni dopo un 100naio di chilometri e non dovrebbe creare grossi problemi. Il secondo GPM è fissato invece in cima a Montecassino, in corrispondenza con il traguardo finale. La salita, mai percorsa prima al Giro, è stata classificata di 2a categoria e, dopo aver percorso tanti chilometri, rischia seriamente di mettere in difficoltà anche specialisti delle tappe di montagna.

La salita è lunga complessivamente 9.2km, con una pendenza media del 5.1% e massima del 10% (ma solo per brevi tratti). Sulla carta anche quella odierna potrebbe essere una tappa adatta alle caratteristiche del vincitore di ieri Diego Ulissi, anche se bisognerebbe sapere se e come ha ‘smaltito’ il successo di ieri. Un altro che potrebbe recitare un ruolo da protagonista è senza dubbio Domenico Pozzovivo (AG2R), che sperava di vincere già ieri sulle strade di casa ma alla fine non è riuscito a competere con gli altri big a causa di una caduta proprio nel finale della corsa.

Nel novero dei favoriti andrebbe inserito anche Ivan Santaromita, ma la sue iniziative potrebbero essere limitate dal suo Team, in quanto compagno di squadra di Michael Matthews. Tra i big il più attivo dovrebbe essere Rodriguez perché, a differenza di Evans, Uran e Quintana, ha già un gap da recuperare in classifica. Attenzione infine anche a Nicolas Roche e Rafal Majka, entrambi in forza alla Tinkoff-Saxo, che già ieri hanno centrato un piazzamento. Anche oggi giocherà un ruolo decisivo il meteo, per nulla buono stando alle previsioni.

Come nei giorni scorsi, la nostra cronaca ufficialmente inizierà alle ore 15 in concomitanza con il collegamento televisivo. In ogni caso proveremo a tenervi informati anche nelle ore precedenti con le news che ci arriveranno attraverso gli account sui social network delle varie squadre.

Altimetria 6° Tappa Giro d’Italia 2014 (Sassano-Montecassino)

Altimetria 6a Tappa Giro d'Italia 2014

Ultimi km 6° Tappa Giro d’Italia 2014 (Sassano-Montecassino)

Ultimi km 6a Tappa, Giro d'Italia 2014

I Video di Blogo

Video: la volata della prima tappa del Tour de France 2019

Ultime notizie su Giro d'Italia

giro italia 2020

Tutto su Giro d'Italia →