Giro d’Italia 2014 | 5a tappa, Taranto-Viggiano: ha vinto Diego Ulissi

Giro d’Italia 2014 | La quinta tappa da Taranto a Viggiano

18:22 – Ecco le classifiche aggiornate dopo la tappa di oggi:

Giro d’Italia 2014 – Classifica Generale: la Maglia Rosa
Giro d’Italia 2014 – Classifica Scalatori: la Maglia Azzurra
Giro d’Italia 2014 – Classifica a punti: la Maglia Rossa
Giro d’Italia 2014 – Classifica Giovani: la Maglia Bianca

17:27Michael Matthews è riuscito a conservare la testa della classifica, che ora comanda con 14″ di vantaggio sul compagno di squadra Pieter Weening e 15″ su Cadel Evans. Tra poco vi forniremo la classifica completa.

17:22 – Questo l’ordine di arrivo di oggi:

17:21 – Fantastica l’azione di Ulissi, arrivato davanti a Cadel Evans che ha quindi conquistato l’abbuono. Dovrebbe aver chiuso in sesta posizione la Maglia Rosa Michael Matthews

Diego Ulissi

17:16 – Ha vinto Diego Ulissi della Lampre-Merida! Spettacolare forcing negli ultimi 400metri!

17:16 – 500m al traguardo. C’è anche la Maglia Rosa nelle prime posizioni!

17:15 – Ultimo km. Anche Roche in testa!

17:14 – 1.4km al traguardo. Ripreso Brambilla. Che peccato per lui. Ritmo indiavolato della Katusha.

17:13 – 1.8km al traguardo. E’ la Katusha a dettare il ritmo in testa al gruppo. Solo 9″ di margine per Brambilla.

17:11 – 3km al traguardo. Brambilla ha iniziato la salita e la sua pedalata sembra essere pesante. Solo 18 secondi sul gruppo.

17:09 – 4km al traguardo. Malacarne sta per essere ripreso dal gruppo. 32 secondi di vantaggio per Gianluca Brambilla.

Schermata 2014-05-14 alle 17.08.41

17:07 – 5km al traguardo. Prosegue nella sua azione Gianluca Brambilla. Al suo inseguimento dal gruppo è partito Davide Malacarne.

Schermata 2014-05-14 alle 17.06.41

17:05 – E’ scivolato anche Fabio Felline (Trek).

17:05 – Caduta in una curva per Landa (Astana).

Schermata 2014-05-14 alle 17.04.11

17:04 – 8km al traguardo. Curve affrontate a bassa velocità dal gruppo. L’unico a prendersi dei rischi non indifferenti è Gianluca Brambilla della Omega Pharma-Quickstep che sta andando giù a bomba.

Schermata 2014-05-14 alle 17.02.09

17:00 – 10km al traguardo. E’ iniziata l’insidiosissima discesa.

16:59 – 12km al traguardo. Nessun attacco per il primo passaggio sul GPM di Viggiano. Dovrebbe essere stato Angel Vicioso (Katusha) il primo a transitare sul traguardo del GPM.

16:55 – 14km al traguardo, ripresi Van Der Sande e Thurau. Gruppo compatto.

16:53 – Anche Domenico Pozzovivo è rimasto coinvolto nella caduta ed ora sta faticando per rientrare.

16:52 – 16km al traguardo. Caduta senza gravi conseguenze nella pancia del gruppo, adesso molto frazionato. Coinvolto anche lo spagnolo Samuel Sanchez, che ha perso terreno dagli altri big.

Schermata 2014-05-14 alle 16.51.12

16:48 – Si sono rialzati Monsalve e Frapporti. Al comando ora ci sono solo Thurau e Van Der Sande.

16:47 – 17km al traguardo. Ha iniziato a piovere.

16:45 – 20km al traguardo. Jonathan Alejandro Monsalve Pertsinidis (Neri Sottoli), Tosh Van Der Sande (Lotto Belisol), Björn Thurau (Europcar) e Marco Frapporti (Androni Giocattoli-Venezuela) resistono per ora al gruppo, che invece ha raggiunto gli altri 7 corridori che facevano parte della fuga iniziale. Solo 36 secondi di vantaggio per i 4 battistrada. Nuvoloni minacciosi all’orizzonte.

Schermata 2014-05-14 alle 16.44.36Schermata 2014-05-14 alle 16.44.36

16:38 – E’ saltato l’accordo tra i battistrada. Quattro corridori sono scappati via.

Schermata 2014-05-14 alle 16.37.13

16:34 – 27km al traguardo. Scende ad 1’00” il vantaggio dei battistrada sul gruppo della Maglia Rosa.

16:31 – Moltissimi i tifosi di Domenico Pozzovivo a bordo strada oggi. Il capitano della AG2R La Mondiale è originario di Policoro (prov. di Matera) e risiede con la famiglia a Montalbano Jonico, cittadina lucana dove oggi era fissato il TV.

Schermata 2014-05-14 alle 16.28.34

16:23 – 33km al traguardo. 1’46” il margine dei battistrada sul gruppo.

16:17 – Tosh Van Der Sande (LTB), del gruppo dei fuggitivi, ha provato ad andarsene da solo ma è stato subito ripreso dagli altri 10.

Schermata 2014-05-14 alle 16.15.30

16:14 – Solo 1’20” di vantaggio per i battistrada.

Schermata 2014-05-14 alle 16.14.22

16:03 – 50km al traguardo. 2’36” il vantaggio dei battistrada, che ora iniziano ad accusare la fatica per una fuga iniziata al terzo km.

15:54 – Ha smesso di piovere ora, ma il vento forte resta e quindi la situazione meteorologica potrebbe cambiare rapidamente. Intanto il vantaggio dei fuggitivi è sceso a 2’27”.

15:45 – 63km al traguardo. Asfalto bagnato a causa della pioggia. I corridori stanno affrontando la discesa con il freno a mano tirato.

15:41 – 65km al traguardo. Miguel Rubiano Chavez (COL) ha vinto lo sprint per il GPM davanti al connazionale Jonathan Alejandro Monsalve Pertsinidis (NRI) ed al tedesco Fabian Wegmann (GRS). Il gruppo ora è a 3’01” dai battistrada.

Schermata 2014-05-14 alle 15.38.54

15:36 – 65.5km al traguardo. Battaglia tra i battistrada in vista del traguardo del GPM. Il più attivo sembra essere Miguel Rubiano Chavez (COL).

15:28 – 68km al traguardo. Gli undici fuggitivi stanno affrontando la salita del Valico di Serra di San Chirico, primo GPM della giornata (3a cat. 8km al 4.2% PM). Il loro vantaggio sul gruppo è di 3’37”. In cima al GPM il vento sta soffiando a 120km/h.

Schermata 2014-05-14 alle 15.27.10

15:21 – 71km al traguardo. Vento ancora molto forte sulle strade del Giro.

Schermata 2014-05-14 alle 15.15.44

15:05 – A 81,6 km dall’arrivo il vantaggio dei battistrada è salito ancora, ora è di 3′ 56″.

15:05 – Attualmente Elia Viviani della Cannondale, il velocista che oggi è in fuga con altri dieci corridori, è in testa alla classifica a punti, supera Nacer Bouhanni grazie ai punti guadagnati al traguardo volante.

15:01 – Ecco uno dei protagonisti più attesi di questo Giro, Nairo Quintana, che ora ha un distacco di 1′ 09″ dalla Maglia Rosa Michael Matthews.

Nairo Quintana

14:59 – Superato il rifornimento fisso il distacco è invariato a 86,1 km dal termine.

14:50 – Ora mancano ancora 93,2 km il vantaggio dei battistrada è tornato a salire, è di 3′ 20″.

14:41 – A 98,4 km dalla fine il distacco è sceso ancora, siamo a 2′ 47″.

La fuga della quinta tappa

14:26 – Quando mancano circa 100 km alla fine il vantaggio dei battistrada è sceso a 3′ 50″.

14:23Max Lelli ha scattato una bella foto dei fuggitivi dalla moto su cui segue il Giro per la Rai

14:10 – La volata sul TV di Montalbano Jonico è stata vinta da Ben Swift (Team Sky) davanti ad Elia Viviani (Cannondale) e Tyler Farrar (Garmin). In questo momento Viviani ha superato nella classifica a punti il francese Nacer Bouhanni (FDJ) vincitore ieri a Bari.

13:55 – I fuggitivi, che in questo momento hanno accumulato un vantaggio di circa 6 minuti, sono vicini a Montalbano Jonico, cittadina lucana dove è fissato il TV.

13:37 – Dopo circa 3km dall’inizio della gara il gruppo ha consentito ad 11 corridori di andare in fuga. Si tratta perlopiù di velocisti, che puntano a darsi battaglia al Traguardo Volante di Montalbano Jonico pensando alla classifica a punti. Questi i loro nomi: Elia Viviani (CAN), Tony Hurel (EUC), Bjorn Thurau (EUC), Tyler Farrar (GRS), Fabian Wegmann (GRS), Kenny Dehaes (LTB), Tosh Van Der Sande (LTB), Ben Swift (SKY), Marco Frapporti (AND), Miguel Rubiano Chavez (COL) e Jonathan Alejandro Monsalve Pertsinidis (NRI). Il loro vantaggio sul gruppo è di circa 4 minuti e 30 secondi, guadagnato nonostante le fortissime raffiche di vento che hanno disturbato la corsa nel tratto costiero ionico. Mancano pochi km al Traguardo Volante.

Giro d’Italia 2014: la 5a Tappa Taranto-Viggiano

La tappa di ieri da Giovinazzo a Bari non ha offerto uno spettacolo degno del Giro d’Italia. Durante la nostra diretta abbiamo accusato i corridori di scarsa professionalità davanti al loro rifiuto di dare il 100% a causa delle condizioni meteorologiche incerte. Col senno di poi ci siamo anche scusati per il nostro iniziale disappunto, poiché i veterani della ‘Corsa Rosa’ ci avevano visto giusto quando hanno deciso di pedalare a velocità di crociera, senza darsi alcuna battaglia, per non mettere a repentaglio la loro stessa incolumità.

Sono infatti bastate poche gocce di pioggia, cadute proprio nell’ultimo giro del circuito cittadino sulle strade di Bari, per far diventare il manto stradale scivolosissimo, causando diverse cadute che hanno reso la volata finale, vinta con merito dal francese Nacer Bouhanni, una battaglia tra i pochi riusciti a restare in sella alla bici. Resterà comunque sempre il rammarico per non aver assistito ad un possibile tentativo da parte di Alessandro Petacchi di diventare il corridore più ‘maturo’ a vestire la Maglia Rosa, primato che attualmente detiene Andrea Noè (alias Brontolo) dal 2007, quando riuscì ad indossare per due giorni la maglia di leader a 38 anni di età.

Forse Petacchi non ci avrebbe neanche provato, preferendo restare al servizio del suo capitano Rigoberto Uran, ma merita di essere apprezzato ugualmente perché proprio lui ieri è stato tra quelli che più si sono spesi con gli organizzatori per chiedere la neutralizzazione ad un giro dalla fine ed anche l’annullamento degli abbuoni, che gli avrebbero consentito di insidiare la prima posizione in classifica generale di Michael Matthews.

Con questa quinta tappa da Taranto a Viggiano finalmente si inizierà a fare sul serio. La tre giorni irlandese ed anche la tappa di ieri non hanno regalato grandi colpi di scena, che invece è lecito aspettarsi in una frazione come quella odierna. La classifica generale molto corta costringerà gli uomini di classifica ad impegnarsi in prima persona per non rischiare di sottovalutare qualche avversario, facendogli conseguire un vantaggio in vista delle prossime settimane. I primi 100km dei 203 complessivi non presentano particolari difficoltà e saranno il terreno ideale per uno o più tentativi di fuga.

La prima difficoltà altimetrica è rappresentata dalla salita del Valico di Serra di San Chirico, segnata come GPM di 3a categoria (8km al 4.2% PM). Dopo circa 55km di discesa intervallata a pianura, la strada tornerà a salire verso il centro cittadino di Viggiano (4a cat. 8km al 4.3% PM). Affrontato questo secondo GPM, i corridori dovranno cimentarsi in una discesa insidiosa caratterizzata da una serie di tornanti, per poi ricominciare a pedalare in salita per 4km verso il traguardo finale, in corrispondenza del quale è stato fissato un secondo GPM di 4a categoria con una pendenza media del 4.6% ed una massima dell’8%.

E’ un finale di tappa che farà certamente divertire gli appassionati, perché necessita di grandi capacità tecniche ma anche delle giuste energie per risultare brillanti. Il più atteso in assoluto oggi è probabilmente ‘Purito’ Rodriguez (Team Katusha), che dovrà fin da subito uscire allo scoperto per cercare di limare il distacco di 1’47”, che lo separa attualmente dalla testa della classifica, frutto in larga parte della sciagurata cronosquadre di Belfast.

Potrebbe essere anche la tappa adatta a corridori esperti come Michele Scarponi (Astana) e Samuel Sanchez (BMC) che, almeno al momento, non rientrano tra i favoriti per la vittoria finale, ma di certo puntano a togliersi qualche soddisfazione in questo Giro. Tra i più attesi, per ovvie ragioni, anche i tre big Nairo Quintana (Movistar), Cadel Evans (BMC) e Rigoberto Uran (Omega).

Chiaramente anche altri corridori potranno dire la loro in una tappa come questa, tra i quali la Maglia Rosa Michael Matthews, sulla carta adatto a frazioni di questo tipo. L’australiano dovrebbe quindi avere a propria disposizione le armi per difendere questo inaspettato primato in classifica generale, sperando di ripartire domani da Sassano (prov. Salerno) con la maglia di leader. Tra le formazioni più attive sicuramente ci sarà la Neri Sottoli di Luca Scinto, squadra senza ambizioni di classifica, che proverà in ogni tappa a mandare uno o più uomini in fuga nella speranza di chiudere questo Giro con almeno una vittoria.

La nostra cronaca vera e propria inizierà alle ore 15, orario nel quale partirà il collegamento televisivo. Ad ogni modo cercheremo di tenervi informati su quanto accadrà a partire dalle ore 12, quando la gara prenderà il via da Taranto.

Altimetria 5° Tappa Giro d’Italia 2014 (Taranto-Viggiano)

Altimetria 5a Tappa Giro d'Italia 2014

Ultimi km 5° Tappa Giro d’Italia 2014 (Taranto-Viggiano)

Ultimi km 5a Tappa, Giro d'Italia 2014

Ultime notizie su Giro d'Italia

giro italia 2020

Tutto su Giro d'Italia →