Gita fuori porta: ad Amatrice per la Sagra degli spaghetti all’amatriciana

Un appuntamento extracult, quello nella provincia di Rieti questo fine settimana: la sagra degli spaghetti all’amatriciana originali, quelli ad Amatrice!

Ormai sono rimasti in pochi a non sapere che l’amatriciana, primo piatto spacciato per romano doc, in realtà nasce ad Amatrice, piccolo centro della provincia di Rieti. Qualcuno in più, però, forse ignora ancora che la ricetta tradizionale era in bianco e prevedeva gli spaghetti al posto dei bucatini.

La sagra che ogni anno si svolge ad Amatrice a fine agosto, e quindi ricorrerà questo weekend, si è adeguata ai tempi moderni, cioè ha sposato la versione al pomodoro, ma ha mantenuto gli spaghetti, perciò è universalmente nota come la Sagra degli spaghetti all’amatriciana. Tanto per saperlo, è una delle sagre più famose in Italia e anche una delle più longeve: quest’anno siamo giunti, infatti, alla 46ª edizione.

Da 7 anni a questa parte, inoltre, si è aggiunto lo stand con gli spaghetti senza glutine, per consentire anche agli amici celiaci di non perdersi questo saporito appuntamento. Si tratta davvero di una sagra dai numeri record: pensate che nel 2009 i piatti di spaghetti serviti sono stati addirittura 15mila! Inoltre, dall’edizione numero 42, gli ingredienti doc che servono per preparare questo ottimo piatto, dai pomodori al guanciale fino all’immancabile pecorino, sono i protagonisti di un annullo filatelico emesso per l’occasione.

Ma dal momento che neppure qui si mangia e basta, ecco qualche dettaglio in più dal programma della festa: mostra mercato delle tipicità e dell’artigianato artistico locale, esibizioni musicali e spettacoli accompagneranno il weekend, senza dimenticare l’ambiente: tutte le stoviglie in cui saranno serviti gli spaghetti, infatti, sono rigorosamente biodegradabili!

Foto | Flickr