Beach Volley, i gemelli Matteo e Paolo Ingrosso argento all’Open di Puerto Vallarta 2014

I fratelli salentini hanno perso solo la finale contro i fortissimi lettoni Samoilovs-Smedins, ma hanno vinto tutte le altre partite senza cedere neanche un set.

Matteo e Paolo Ingrosso tengono alto il nome del beach volley italiano anche in Messico. I gemelli salentini hanno disputato un ottimo torneo arrivando secondi all’Open di Puerto Vallarta, il miglior risultato della loro carriera.

I fratelli azzurri sono stati impeccabili fino all’ultima partita, la finale che hanno perso contro i fortissimi lettoni Aleksandrs Samoilovs e Janis Smedins, che lottano sempre ad altissimo livello, tanto che una settimana fa sono arrivati secondi al Grand Slam di Shanghai, sconfitti in finale da Daniele Lupo e Paolo Nicolai e che l’anno scorso hanno vinto il Grand Slam di Corrientes e quello di Mosca più l’Open di Durban, arrivando sul podio altre quattro volte in competizioni del World Tour con tabelloni molto più complicati di quello di Puerto Vallarta, chiudendo al primo posto del ranking mondiale.

In finale il primo set è stato molto combattuto, i gemelli Ingrosso si sono portati in vantaggio più volte, ma solo di un punto, poi al momento decisivo i lettoni si sono imposti 21-19. Nel secondo set, invece, Samoilovs-Smedins hanno dominato, tanto che al time-out tecnico avevano il doppio dei punti (14-7). Gli azzurri hanno provato ad accorciare le distanze (15-19), ma i lettoni hanno chiuso sul 21-15.

All’Open messicano gemelli Ingrosso sono stati inseriti direttamente nel tabellone principale come testa di serie numero 14 e hanno superato il proprio girone, il C, da primi della classe, con tre vittorie su tre: hanno sconfitto prima gli svizzeri Kovatsch-Kissling per 2-0 (23-21, 21-15), poi hanno avuto la meglio contro i messicani Galindo-Miramontes, ancora per 2-0 (21-19, 21-14) e infine hanno vinto contro i cechi Kufa-Hadrava, sempre per 2-0 (21-15, 21-17).

Grazie al primo posto nel girone hanno potuto accedere direttamente al secondo turno a eliminazione diretta, gli ottavi di finale, saltando i sedicesimi. Si sono trovati contro gli americani Keenan-Mayer e hanno vinto ancora una volta senza concedere un set agli avversari, 2-0 (21-18, 21-12). Ai quarti di finale hanno affrontato una coppia più quotata, anch’essa statunitense, Brunner-Rogers (teste di serie numero 5), e hanno rimediato ancora un successo per 2-0 (21-18, 21-14).

In semifinale Paolo e Matteo sono riusciti a vincere ancora senza andare al tie-break, 2-0 (28-26, 21-17) contro le teste di serie numero 1, i messicani Virgen-Ontiveros, che avevano ovviamente tutto il pubblico dalla loro parte. Nel primo set gli azzurri non hanno sfruttato le prime quattro palle set e ne hanno dovute annullare tre agli avversari prima di chiudere a proprio favore, poi nel secondo sono riusciti a restare sempre in vantaggio e a imporsi con meno difficoltà.

Virgen-Ontiveros hanno poi vinto la finale per il terzo posto contro i tedeschi Dittelbach-Koreng per 2-1 (21-16, 18-21, 21-19) in oltre un’ora di tempo di gioco.

Foto © FIVB