Decreto Imu-Bankitalia approvato. Il M5S occupa la Sala del Mappamondo

E torna il rischio di dover pagare la seconda rata della tassa sulla casa

di guido

21:30 Le proteste dei grillini si spostano dall’aula della Camera ma restano all’interno di Montecitorio. I deputati 5 stelle hanno fatto irruzione nella sala del Mappamondo, dove stava per iniziare l’esame della riforma elettorale. In precedenza, analoga protesta era stata portata in Commissione Giustizia, la cui seduta notturna è stata sospesa.

20:30 Alcuni commessi della Camera sono ricorsi alle cure dell’infermeria dopo la bagarre in aula durante il voto sul decreto Imu-Bankitalia. Uno lamenta un dolore al braccio e un altro denuncia di essere stato colpito al volto.

20:00 Approvato a Montecitorio il decreto Imu-Bankitalia, dopo che la conferenza dei capigruppo ha deciso l’applicazione della “tagliola” per fermare l’ostruzionismo dei 5 stelle.
I sì sono stati 236, i no 209, e i deputati grillini durante la votazione hanno occupato i banchi del governo imbavagliandosi. Ne è nato un parapiglia, cui hanno partecipato anche alcuni deputati di Fratelli d’Italia.

Proteste per la decisione della presidente Boldrini di applicare la “tagliola”, dopo che lei stessa in mattinata aveva escluso la possibilità. Ma “non essendo stato accolto il suo invito a ritirare le iscrizioni a parlare (erano 164) non e’ possibile arrivare ala conversione del decreto. Per questo mi vedo costretta a procedere direttamente alla votazione. Tutte le fasi del procedimento si sono svolte, e tutti i gruppi hanno potuto esprimersi”.

19:00 È in corso in questi minuti la conferenza dei capigruppo, convocata da Laura Boldrini che ha sospeso la discussione in aula, rallentata dall’ostruzionismo dei 5 stelle.
La conferenza potrebbe decidere di adottare la famigerata “tagliola”, o “ghigliottina”, che metterebbe fine agli interventi del gruppo pentastellato e permetterebbe di votare subito la conversione in legge del decreto.

Dopo che il governo ha rifiutato di scorporare la cancellazione dell’Imu dal decreto, se entro la mezzanotte non si dovesse arrivare alla conversione del dl, i contribuenti dovrebbero pagare la seconda rata Imu sulla prima casa cancellata a fine 2013.

La giornata

Nuova giornata di bagarre a Montecitorio per l’ultimo giorno utile per la conversione in legge del decreto Imu-Bankitalia, quello che sancisce tra l’altro la cancellazione della seconda rata Imu sulla prima casa per il 2013. Dopo le polemiche di ieri, culminate con il “boia” a Giorgio Napolitano, oggi si prospetta un’altra giornata rovente, nonostante la presidente Laura Boldrini abbia smentito di voler applicare la “tagliola”, o “ghigliottina” per interrompere l’ostruzionismo.

Questo però non è bastato a salvare Boldrini dalle ire del M5S. Sotto accusa stavolta un post su Facebook in cui la presidente di Montecitorio denunciava le “disastrose conseguenze” della mancata conversione in legge del decreto. “Io credo che lei non debba fare valutazioni politiche e poi è disinformata sui fatti”, ha protestato il deputato pentastellato Matteo Mantero, accusando Boldrini di non rispettare le regole.

Sta di fatto che il M5S prosegue la battaglia solitaria per impedire la conversione in legge del decreto, di cui contesta soprattutto la parte relativa alle modifiche sulla detenzione di partecipazioni in Banca d’Italia, che faciliterebbero banche e assicurazioni. Per questo i grillini accusano il governo di voler “svendere” Bankitalia. Il problema è che questa parte del decreto, a livello di coperture, è legata a doppio filo con la cancellazione della seconda rata Imu sulla prima casa.

Di conseguenza, secondo la maggioranza, la mancata conversione del decreto (che scade stanotte), costringerà gli italiani a dover pagare la rata 2013 che era stata cancellata. Tesi però rigettata dai deputati 5 stelle, che affermano che il governo utilizzi la questione Imu come ricatto per far approvare tutto il decreto. Il Parlamento potrebbe infatti decidere di scorporare le due questioni, nel qual caso i grillini garantirebbero una rapida conversione in legge per quanto riguarda l’Imu. Ma il governo ha già fatto sapere che l’ipotesi dello scorporo è impraticabile.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →