La legge fascista (e razzista) ancora in vigore. Kyenge lavora all’abolizione

Potrebbe trattarsi dell’articolo 36 della legge n. 1045 del 16 giugno 1939, che discrimina le persone di colore sulle imbarcazioni.

“Nell’ordinamento italiano esistono ancora norme discriminatorie o relative al periodo fascista e della tutela della razza: per questo sto lavorando a un ddl per la modifica o l’abrogazione di norme discriminatorie, che presto arriverà in Cdm”, le parole del ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge all’Ansa riportano a galla una norma sommersa e parecchio imbarazzante dell’ordinamento italiano. Di leggi e istituzioni fasciste ancora in vigore probabilmente ce ne sono parecchie, ma una in particolare è anche di carattere esplicitamente razzista.

Si tratta dell’articolo 36 della legge n. 1045 del 16 giugno 1939, relativa alle “Condizioni per l’igiene e l’abitabilità degli equipaggi a bordo delle navi mercantili nazionali” (qui il pdf sul sito del ministero della Salute). Ecco che cosa recita la norma in questione:

“Qualora tra i componenti l’equipaggio vi siano persone di colore a queste dovranno essere riservate sistemazioni di alloggio, di lavanda e igieniche, separate da quelle del restante personale e rispondenti ai loro usi e costumi. Per tale personale di colore dovrà altresì esservi a bordo il modo di confezionare il vitto secondo le sue abitudini e i suoi costumi.

La norma in effetti risale al 1939, quindi appena dopo che il regime fascista iniziò a promulgare le sue leggi razziali, tra cui evidentemente questa. Una norma che non ha più alcun senso, inapplicabile e sicuramente non applicata da chissà quanto tempo, ma che comunque rimane in vigore nella teoria dell’ordinamento giudiziario italiano.

Nel passato più di una volta si è provato ad abrogare la norma, l’ultima volta su iniziativa dell’allora deputata Pdl Souad Sbai, giornalista di origine marocchina. Venne depositato una proposta di legge che poi, come spesso accade, si perse nei meandri di Montecitorio. Adesso è il ministro dell’Integrazione che vuole porre fine a questo (ce ne sono forse altre?) residuato di un’epoca che ogni tanto torna a farsi viva.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →