Atletica: Yago Lamela trovato morto in casa

Lutto nell’atletica: Yago Lamela, 36enne ex olimpico nel salto in lungo, è stato trovato morto nella propria abitazione

Santiago Yago Lamela, ex atleta olimpico spagnolo nel salto in lungo, è morto all’età di 36 anni. Il corpo di Lamela è stato trovato privo di vita nella sua abitazione di Aviles, nelle Asturie, e sul suo decesso ora stanno indagando le forze dell’ordine locali. L’ex olimpico ha fatto parte della spedizione spagnola a Sydney 2000 e ad Atene 2004 ottenendo tre medaglie d’argento tra aperto e indoor. Nel 2009 si era ritirato dall’attività agonistica, in diversi periodi ha avuto problemi di depressione.

Tra i primati personali di Yago Lamela, spicca un 8.56 ottenuto nel lungo, ma anche un 16.72 nel triplo. Nel 1999, durante gli Europei Under 23 di Goteborg portò a casa una medaglia d’oro, mentre ai Mondiali di Siviglia dello stesso anno giunse secondo. L’anno successivo partecipò ai giochi di Sydney non andando oltre la 12.a posizione. Il parziale riscatto agli Europei all’aperto di Monaco di Baviera, nel 2002, quando chiuse terzo, e ai Mondiali di Parigi dell’anno successivo salendo ancora una volta sul terzo gradino del podio. Non proprio fortunata l’avventura di Atene 2004, dove non andò oltre l’undicesimo posto. Al coperto, ha ottenuto il secondo posto ai Mondiali di Maebashi nel ’96 e a Birmingham nel 2003.

Santiago Yago Lamela rimane uno dei cinque atleti europei – con lui il sovietico Robert Ėmmijan, il greco Loúis Tsátoumas, il tedesco dell’Est Lutz Dombrowskie il russo Aleksandr Men’kov – ad aver superato gli 8.50 nel salto in lungo. Secondo le prime indiscrezioni provenienti dalla Spagna, visti i precedenti problemi di depressione, il 36enne asturiano potrebbe essersi tolto la vita.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia