Satira: non spariamo “castate”

Il mondo si preoccupa per il test sul Big Bang che potrebbe generare un buco nero in grado di inghiottire il pianeta. La Terra letteralmente sparirebbe e chissà come la prenderebbero i fan di Pippo Baudo. Gli scienziati del Cern di Ginevra hanno costruito un acceleratore da 6 miliardi di euro che facendo scontrare particelle

di ulisse

Il mondo si preoccupa per il test sul Big Bang che potrebbe generare un buco nero in grado di inghiottire il pianeta. La Terra letteralmente sparirebbe e chissà come la prenderebbero i fan di Pippo Baudo. Gli scienziati del Cern di Ginevra hanno costruito un acceleratore da 6 miliardi di euro che facendo scontrare particelle atomiche ad altissima velocità dovrebbe ricreare la situazione di caos primordiale post Big Bang. Il modello da cui sono partiti gli esperti è l’apparato digerente di Giuliano Ferrara. Il suo stomaco scioglie i cibi a un trilione di gradi centigradi, la temperatura che si spera di raggiungere nell’acceleratore, collocato sottoterra, che non a caso ha una circonferenza di 26km, proprio come il giro vita del celebre giornalista tv. Protone, gluone, bosone e berluscone

Il deputato Pdl Paolo Guzzanti è su tutte le furie perché il governo gli ha tolto la scorta. Il Viminale ha risposto seraficamente che ci sono tagli da fare e che mancano segnalazioni di rischi per l’ex presidente della commissione Mitrokhin. Proiettili? No, solo scaramelle

L’Artico è un’isola. Lo scioglimento dei ghiacciai lo ha ormai reso interamente circumnavigabile. Felicissimo il premier Berlusconi che così potrà meglio perseguire la sua strategia cerchiobottista in merito alla crisi caucasica. “Quando McCain sarà eletto presidente – confida ai suoi – potrò andare a trovare quella bonazza di Sarah Palin in Alaska e subito dopo fare visita al mio amico Vlade in Russia. Il viaggio in nave sarà un gioco da ragazzi…proprio divertente”. Il Polo (nord) delle libertà

Intercettazioni: ecco la nuova proposta di Berlusconi, definita “equilibrata” dallo stesso premier. Gli “ascolti” dei magistrati saranno limitati alle stragi di mafia con almeno 5 morti e ai massacri di terrorismo con almeno 10 vittime. Per i reati contro la pubblica amministrazione, si prevede che i giudici possano intercettare solo i piccioni viaggiatori. Pm = Pazzo malato