Basket NBA: Michael Carter-Williams miglior rookie dell’anno

Carter Williams corona la sua straordinaria prima stagione NBA con il premio di rookie dell’anno. Ha chiuso con 16.7 punti, 6.3 assist e 6.2 rimbalzi di media.

Aspettando la nomina ufficiale di Kevin Durant come MVP della stagione, è stato assegnato il premio di rookie dell’anno a Michael Carter-Williams. Il giocatore dei Philadelphia 76ers è stato eletto dalla grandissima maggioranza degli aventi diritti al voto: è stato messo al primo posto da ben 104 su 124 votanti complessivi, totalizzando 569 punti. Alle sue spalle si è classificato Victor Oladipo (Orlando Magic) con 364 punti, mentre sul terzo gradino del podio si è piazzato Trey Burke (Utah Jazz) con 96 punti.

PLAYOFF: I PRONOSTICI DEL 2° TURNO

Era un premio piuttosto scontato, vista la straordinaria prima stagione NBA vissuta dal playmaker dei Sixers: si è subito guadagnato la ribalta nelle prime gare della stagione (nominato giocatore della prima settimana ad Est) ed ha poi chiuso con 16.7 punti, 6.3 assist, 6.2 rimbalzi e 1.8 recuperi di media a partita, diventando solamente il terzo giocatore dal 1950 e guidare i rookie in tutte queste statistiche. Gli altri due giocatori a compiere questa impresa erano stati Oscar Robertson (1960-61) e Alvin Adams (1975-76).

Inoltre, è stato nominato per ben quattro volte miglior giovane del mese (novembre, gennaio, marzo e aprile), confezionando 17 doppie doppie, 2 triple doppie e 25 partite con almeno 20 punti realizzati. Insomma, una stagione da protagonista assoluto, pur in una delle peggiori squadre dell’intera NBA (19-63 il record finale). Ora il suo nome è nell’albo d’oro, di fianco a nomi di primo piano: da Bird a Jordan, da O’Neal ad Iverson, per arrivare in tempi più recenti a James, Durant e Rose. Davvero una bella compagnia.

Ultime notizie su NBA

Tutto su NBA →