Atletica, doping | 1 anno di squalifica per Tyson Gay, argento olimpico revocato

Lo statunitense punito per doping

di antonio

Ombre su un campione dell’Atletica Leggera. L’agenzia antidoping statunitense (Usada) ha squalificato per 1 anno Tyson Gay per la positività (steroidi) a 2 test a sorpresa. La notizia è stata pubblicata dall’Usada sul proprio sito. Dopo la notizia della sua positività Gay si era autosospeso e aveva deciso di non prendere parte ai Mondiali di Mosca. Per lo sprinter statunitense anche l’obbligo di restituire la medaglia d’argento vinta a Londra 2012 con la staffetta 4×100 americana. La medaglia, annuncia l’Usada, “ora è a disposizione del comitato olimpico Usa“. Inoltre, tutti i risultati conseguiti dal 15 luglio del 2012 sono stati annullati.

Gary, con il tempo di 9″69, è il secondo atleta più veloce di sempre sui 100 metri piani alla pari con Yohan Blake, dietro al solo Usain Bolt. Quando ha scoperto la sua positività ha subito ammesso la propria colpevolezza, dichiarando di essersi “fidato della persona sbagliata e di essere rimasto deluso. Non posso parlare di sabotaggio, la mia fiducia è stata tradita. Ho fatto un errore“. Il suo spirito di collaborazione e l’ammissione di colpevolezza hanno indotto l’Usada a dimezzare la squalifica da due ad un anno.

Si tratta di un’altra mazzata per il mondo della velocità e dell’atletica. Meno di un mese fa la stessa sorte è toccata ad Asafa Powell, squalificato per 18 mesi dalla commissione antidoping giamaicana in merito alla positività del velocista (uno stimolante, l’Oxilofrine). Powell, 34 anni a novembre, era già stato sospeso in via precauzionale e terminerà di scontare la squalifica il 20 dicembre del 2014, perché scatta dalla data in cui è stato raccolto il campione (21 giugno 2013).

I Video di Blogo

Ultime notizie su Doping

Tutto su Doping →