Ucraina: tre morti negli scontri tra polizia e manifestanti

Il governo aveva annunciato di essere pronto a usare la forza e la polizia ha sfondato le barricate dopo un’altra notte di scontri.

Il governo ucraino aveva avvisato: “Useremo la forza”. Detto, fatto. La polizia ucraina ha confermato l’uccisione di due persone, vicino alla barricate a Kiev. Ma ci sarebbe anche una terza vittima, sempre tra i manifestanti. Martedì sera, il premier Mikola Azarov aveva minacciato: “Se le provocazioni e le violenze di piazza continueranno, il governo non avrà altra scelta che utilizzare la forza nell’ambito della legge”.

La polizia ha deciso di sfondare le barricate dopo un’altra notte di scontri. Sotto una fitta nevicata, è stato sgomberato il campo dei dimostranti nel centro della capitale. La folla ha tentato di proteggersi dietro alla carcasse carbonizzate degli autobus, dati alle fiamme tre giorni fa. e ha iniziato a bersagliare gli agenti con pietre e bottiglie. Oltre alle tre vittime, 2 mila manifestanti hanno dovuto fare ricorso alle cure mediche, 120 poliziotti sono rimasti feriti a loro volta.

Mentre nelle strade si combatte, negli uffici non si trova un accordo tra governo e opposizione per mettere fine alla crisi politica che scuote il Paese da oltre due mesi, da quando Kiev decise di non firmare l’accordo di associazione con l’Unione Europea sotto le pressioni esercitate da Mosca. Iuri Lutsenko, ex ministro dell’Interno, ha negato di aver incontrato esponenti del governo del presidente Viktor Ianukovich.

“Non ci sono state negoziazioni. Abbiamo solo consegnato le richieste di Maidan al presidente attraverso dei mediatori” ha spiegato l’ex ministro. Maidan è la piazza di Kiev, cuore delle manifestazioni di protesta. Il leader dell’opposizione, Vitali Klitschko, è andato negli uffici di Yanukovich per un faccia a faccia, ma è stato ricevuto solo da collaboratori del presidente. La Duma, il ramo basso del parlamento russo, ha intanto approvato una dichiarazione nella quale all’Occidente di non interferire nella crisi politica a Kiev e sollecita l’opposizione a dialogare con il governo ucraino.

I Video di Blogo