Liegi-Bastogne-Liegi 2014: percorso, altimetria, partecipanti

A differenza delle altre due classiche delle Ardenne c’è anche Chris Froome.

    Seguite la diretta della Liegi-Bastogne-Liegi 2014 da questo link

Domenica 27 aprile si chiude la settimana delle classiche delle Ardenne, con l’ultima corsa, che è anche la più dura. Si tratta della Liegi-Bastogne-Liegi che quest’anno giunge alla sua 100esima edizione. È infatti la più antica (la “decana”=Doyenne) delle classiche essendo nata nel 1892. Non si è disputata dal 1894 al 1907, poi di nuovo nel 1910 e nel periodo della prima (1914-1918) e della seconda (1940-1942 e 1944) guerra mondiale.

L’Italia è il paese che l’ha vinta più volte dopo i padroni di casa, i belgi che se la sono aggiudicata ben 58 volte, mentre per gli italiani i successi sono stati 12, il primo nel 1965 con Carmine Preziosi che arrivò dietro il suo connazionale Vittorio Adorni (primo italiano a salire sul podio, terzo nelle due precedenti edizioni), poi nel 1982 con Silvano Contii, poi dal 1985 al 1987 tre successi consecutivi di Moreno Argentin che firmò il poker nel 1991. Ci sono state in seguito le due vittorie di Michele Bartoli nel 1997 e 1998, due di Paolo Bettini nel 2000 e 2002, il successo di Davide Rebellin nel 2004 e l’ultimo, quello di Danilo Di Luca nel 2007. Rebellin è poi salito sul podio anche nel 2008 dietro Alejandro Valverde e nel 2009, terzo dietro Andy Schleck e Joaquim Rodriguez, mentre nel 2012 vinse il kazako Maksim Iglinskij, ma dietro di lui arrivarono due italiani Vincenzo Nibali ed Enrico Gasparotto. Tutti e tre questi atleti oggi corrono insieme nell’Astana.

L’anno scorso a trionfare fu l’irlandese Daniel Martin della Garmin-Sharp davanti ai due spagnolo Joaquim Rodriguez della Katusha e Alejandro Valverde della Movistar.
Questo trio è ancora da considerare tra i favoriti insieme con Philippe Gilbert, che questa corsa l’ha vinta nel 2011, Vincenzo Nibali, Michal Kwiatkowski dell’Omega Pharma-Quick Step, Bauke Mollema della Belkin, Tom Jelte Slagter della Garmin-Sharp, Roman Kreuziger della Tinkoff-Saxo, Michael Albasini dell’Orica GreenEdge, ma attenzione anche a Jelle Venerdert della Lotto Belisol e agli uomini della Lampre-Merida, Alberto Rui Costa, Damiano Cunego e Diego Ulissi. E poi c’è Chris Froome, che ha annunciato la partecipazione alla Liegi-Bastogne-Liegi nonostante non abbia preso parte all’Amstel Gold Race e alla Freccia Vallone (ma ha agito nello stesso modo anche nelle passate stagioni). Il miglior risultato del britannico a questa corsa è il 36° posto dell’anno scorso.

Il percorso di quest’anno è lo stesso del 2012, più difficile dunque di quello dell’anno scorso, quando gli organizzatori tolsero la Côte de la Roche aux Faucons per problemi di viabilità. In totale le côte sono dieci, la prima al km 70, l’ultima al km 257,5, poco distante dal traguardo. In totale la lunghezza della corsa è di 262,9 km.

Qui di seguito la planimetria e l’altimetria.

Liegi-Bastogne-Liegi 2014: planimetria

Bianco

Liegi-Bastogne-Liegi 2014: altimetria

Liegi-Bastogne-Liegi 2014 Altimetria

Queste tutte le côtes:
– Côte de La Roche-en-Ardenne: lunghezza 2,80 Km, pendenza 6,20 % al km 70
– Côte de Saint-Roch: 1,00 Km – 11,00 % al km 123
– Côte de Wanne: 2,70 Km – 7,30 % al km 167
– Côte de Stockeu: 1,00 Km – 12,20 % al km 173,5
– Côte de la Haute-Levée: 3,60 Km – 5,70 % al km 179
– Côte de la Vecquée: 3,10 Km – 6,40 % al km 201
– Côte de La Redoute: 2,00 Km – 8,80 % al km 218,5
– Côte des Forges: 1,90 Km – 5,90 % al km 231,5
– Côte de la Roche aux Faucons: 1,50 Km – 9,30 % al km 243,5
– Côte de Saint-Nicolas: 1,20 Km – 8,60 % al km 257,5

Liegi-Bastogne-Liegi 2014: start list

Ecco l’elenco dei partecipanti alla Liegi-Bastogne-Liegi 2014

Garmin – Sharp
Daniel Martin
Thomas Dekker
Nathan Haas
Ryder Hesjedal
Alex Howes
Ramunas Navardauskas
Tom Jelte Slagter
Fabian Wegmann

AG2R La Mondiale
Romain Bardet
Carlos Alberto Betancur Gomez
Mikael Cherel
Ben Gastauer
Sébastien Minard
Matteo Montaguti
Domenico Pozzovivo
Christophe Riblon

Astana
Vincenzo Nibali
Jakob Fuglsang
Enrico Gasparotto
Andriy Grivko
Maxim Iglinskiy
Tanel Kangert
Alexey Lutsenko
Lieuwe Westra

Belkin
Jack Bobridge
Martijn Keizer
Jonathan Hivert
Paul Martens
Bauke Mollema
Lars Petter Nordhaug
Bram Tankink
David Tanner

BMC
Philippe Gilbert
Darwin Atapuma Hurtado
Marcus Burghardt
Stephen Cummings
Ben Hermans
Amael Moinard
Samuel Sanchez
Peter Velits

Cannondale
Alberto Bettiol
Alessandro De Marchi
Michel Koch
Marco Marcato
Jean-Marc Marino
Matej Mohoric
Daniele Ratto
Davide Villella

Cofidis Solutions Crédits
Edwig Cammaerts
Jérôme Coppel
Guillaume Levarlet
Luis Angel Mate Mardones
Rudy Molard
Daniel Navarro Garcia
Julien Simon
Romain Zingle

FDJ.fr
Arnold Jeannesson
Anthony Roux
Laurent Mangel
Pierrick Fedrigo
Benoît Vaugrenard
Jérémy Roy
Jussi Veikkanen
Laurent Pichon

IAM
Stefan Denifl
Mathias Frank
Reto Hollenstein
Pirmin Lang
Gustav Erik Larsson
Thomas Lovkvist
Jérôme Pineau
Sebastien Reichenbach

Lampre – Merida
Rui Alberto Faria Costa
Matteo Bono
Mattia Cattaneo
Damiano Cunego
Przemyslaw Niemiec
Nelson Oliveira
Rafael Valls Ferri
Diego Ulissi

Lotto Belisol
Tony Gallopin
Sander Armee
Bart De Clercq
Jurgen Van Den Broeck
Tosh Van Der Sande
Dennis Vanendert
Jelle Vanendert
Tim Wellens

Movistar
Alejandro Valverde
Imanol Erviti Ollo
John Gadret
Jesus Herrada Lopez
Jon Izagirre Insausti
Beñat Intxausti Elorriaga
Jose Ivan Gutierrez Palacios
Gorka Izagirre Insausti

Omega Pharma – Quick Step
Michal Kwiatkowski
Jan Bakelants
Serge Pauwels
Wout Poels
Michal Golas
Tony Martin
Pieter Serry
Carlos Verona Quintanilla

Orica GreenEDGE
Simon Gerrans
Michael Albasini
Simon Clarke
Daryl Impey
Christian Meier
Cameron Meyer
Ivan Santaromita
Pieter Weening

Team Colombia
Miguel Angel Rubiano Chavez
Juan Esteban Arango Carvajal
Robinson Chalapud Gomez
Fabio Andres Duarte Arevalo
Leonardo Fabio Duque
Jarlinson Pantano Gomez
Carlos Quintero Norena
Rodolfo Andres Torres Agudelo

Team Europcar
Yukiya Arashiro
Natnael Berhane
Cyril Gautier
Perrig Quemeneur
Kévin Reza
Pierre Rolland
Romain Sicard
Thomas Voeckler

Giant – Shimano
Warren Barguil
Thomas Damuseau
Tom Dumoulin
Johannes Frohlinger
Simon Geschke
Cheng Ji
Daan Olivier
Thomas Peterson

Team Katusha
Joaquim Rodriguez
Giampaolo Caruso
Aleksandr Kolobnev
Dmitry Kozontchouk
Alberto Losada Alguacil
Daniel Moreno Fernandez
Angel Vicioso Arcos
Eduard Vorganov

MTN Qhubeka
Daniel Teklehaimanot Girmazion
Ignatas Konovalovas
Jay Robert Thomson
Jacobus Venter
Jacques Janse Van Rensburg
Louis Meintjes
Meron Russom
Sergio Pardilla Bellon

NetApp – Endura
Cesare Benedetti
Iker Camano Ortuzar
David De La Cruz Melgarejo
Bartosz Huzarski
Tiago Jose Pinto Machado
José Joao Pimenta Costa Mendes
Frantisek Padour
Erick Rowsell

Team Sky
Chris Froome
Nathan Earle
Josh Edmondson
Peter Kennaugh
David Lopez Garcia
Danny Pate
Richie Porte

Tinkoff-Saxo
Roman Kreuziger
Edward Beltran
Karsten Kroon
Bruno Manuel Silva Pires
Michael Rogers
Chris Anker Sorensen
Rory Sutherland
Michael Valgren Andersen

Topsport Vlaanderen – Baloise
Victor Campenaerts
Pieter Jacobs
Eliot Lietaer
Thomas Sprengers
Edward Theuns
Preben Van Hecke
Arthur Van Overberghe
Otto Vergaerde

Trek Factory Racing
Julian David Arredondo
Fumiyuki Beppu
Matthew Busche
Fabio Felline
Bob Jungels
Andy Schleck
Frank Schleck
Calvin Watson

Wanty – Groupe Gobert
Jerome Baugnies
Francis De Greef
Thomas Degand
Jerome Gilbert
Michel Kreder
Bjorn Leukemans
Marco Minnaard
Mirko Selvaggi

I Video di Blogo

Video: la volata della prima tappa del Tour de France 2019