Giro del Trentino 2014: Cadel Evans ha vinto la terza tappa, Pozzovivo secondo

L’australiano della BMC è sempre più leader in classifica generale.

Cadel Evans se la vuole proprio meritare questa vittoria al Giro del Trentino 2014. L’australiano della BMC oggi ha vinto la terza tappa e ha consolidato il primato in classifica generale, raggiunto ieri grazie al quarto posto nella seconda tappa, ma soprattutto in virtù della vittoria della cronosquadre iniziale.

Nelle battute finali il vincitore del Tour de France 2011 se l’è dovuta vedere con Domenico Pozzovivo dell’Ag2r La Mondiale che si è piazzato al secondo posto, a 3″ di ritardo, terzo invece Mikel Landa dell’Astana a 9″ davanti al suo compagno di squadra Michele Scarponi, quarto a 18″.

Sebbene la tappa di oggi sia un po’ meno di dura di quella di ieri e di quella di domani, al Giro del Trentino, si sa, non esistono frazioni facili, è una corsa per scalatori puri e si vede dagli arrivi e quella odierna è stata la più lunga.

La fuga è partita piuttosto tardi, per i primi 30 km e oltre il gruppo non ha lasciato scappare nessuno, poi in dodici sono riusciti ad allontanarsi, si tratta di: Andrey Zeits dell’Astana, Adriano Malori della Movistar, Damiano Caruso dalla Cannondale, Dario Cataldo del Team Sky, Diego Rosa dell’Androni Giocattoli, Carlos Quintero del Team Colombia, Antonio Piedra della Caja Rural, Mateusz Taciak della CCC Polsat, Sergio Pardilla della MTN Qhubeka, Jonathan Monsalve della Neri Sottoli Yellow Fluo, José Pimienta del Team NetApp Endura poi raggiunti da Angelo Pagani della Bardiani.

Il vantaggio dei battistrada non è salito mai sopra i 5′ e dal 100° km in poi la BMC ha aumentato il ritmo in testa al gruppo ed è riuscita a far calare via via il distacco. Monsalve è stato il primo a transitare sia sul gran premio della montagna di Daone, davanti a Rosa e Caruso, sia su quello di Passo Durano, davanti a Cataldo e Pardilla. Dopo il secondo gpm il gruppetto di testa si è un po’ sfaldato, ma si è ricompattato dopo pochi chilometri e al traguardo volante di Comano è stato Pagani a passare per primo.

Il distacco è sceso sotto i due minuti intorno ai -30 km dal traguardo quando nel gruppo dei battistrada è iniziata una serie di attacchi che sono tuttavia serviti a poco perché il plotone sotto la spinta di Astana, Lampre Merida, Rusvelo e Team Sky è riuscito a recuperare tutto il distacco e sulla salita finale sono stati Evans e Pozzovivo ad andare avanti. Scarponi, Landa e Manuel Bongiorno della Bardiani hanno provato a stare alla loro ruota, ma non ci sono riusciti e alla fine è stato l’australiano a trionfare con poco distacco sul capitano dell’Ag2r.

Giro del Trentino 2014: altimetrie delle tappe e start list ufficiale

Ecco i primi dieci al traguardo della terza tappa del Giro del Trentino 2014 da Mori a Roncone, lunga 184,4 km:

    1) Cadel Evans (BMC) 4h 43′ 43″
    2) Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale) +3″
    3) Mikel Landa (Astana) +9″
    4) Michele Scarponi (Astana) +18″
    5) Igor Anton (Movistar) +20″
    6) Francesco Manuel Bongiorno (Bardiani) +25″
    7) Fabio Aru (Astana) +25″
    8) Tiago Machado (NetApp Endura) +25″
    9) Louis Meintjes (MTN Qhubeka) +25″
    10) Fabio Duarte (Team Colombia) +28″

E queste le prime posizioni della classifica generale quando manca una sola tappa:

    1) Cadel Evans (BMC) 9h 23′ 43″
    2) Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale) +45″
    3) Tiago Machado (NetApp Endura) +59″
    4) Igor Anton (Movistar) +1′ 01″
    5) Fabio Aru (Astana) +1′ 01″
    6) Przemyslaw Niemiec (Lampre Merida) +1′ 01″
    7) Fabio Duarte (Team Colombia) +1′ 01″
    8) Edoardo Zardini (Bardiani) +1′ 04″
    9) Michele Scarponi (Astana) +1′ 06″
    10) Francesco Manuel Bongiorno (Bardiani) +1′ 32″

I Video di Blogo