Djokovic, il polso migliora: “Sarò pronto per Madrid e Roma”

Djokovic rassicura sulle condizioni del polso infortunato. Il serbo sarà regolarmente in campo ai Masters di Madrid e Roma e al Roland Garros

[blogo-video provider_video_id=”-qNKcD1lu2A” provider=”youtube” title=”Novak Djokovic After Loss To Federer in Monte Carlo” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=-qNKcD1lu2A”]

Buone notizie per Novak Djokovic. Dopo le rassicurazioni post Montecarlo sull’infortunio ai tendini polso destro, il campione serbo ci aggiorna di nuovo sulle condizioni dell’articolazione dolorante con un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale.

Fortunatamente l’entità dell’infortunio è meno grave di quanto sembrava all’inizio. Devo continuare con il processo di recupero e i trattamenti necessari ma i medici mi hanno assicurato che sarò pronto per i prossimi tornei

Con il comunicato, Djokovic ha di fatto confermato la propria presenza ai tre tornei più importanti del prossimo maggio, i due Masters di Madrid (5-11) e Roma (12-18) e soprattutto il Roland Garros, al via a Parigi dal 25 e obiettivo stagionale numero uno per il serbo che punta a completare il career Slam. Indubbiamente però Djokovic non si presenterà al meglio ai prossimi appuntamenti. I medici gli hanno imposto infatti 10-12 giorni di riposo assoluto, il che vuol dire che Nole andrà a Madrid senza allenamenti, necessari proprio per testare le condizioni del polso.

L’importante, comunque, è la non gravità dell’infortunio. Djokovic, nonostante le rassicurazioni di facciata, è sembrato molto preoccupato e la vistosa fasciatura indossata a Montecarlo nella semifinale, persa, contro Federer aveva fatto temere un guaio più serio, tale da metterne a repentaglio la partecipazione ai prossimi, importanti, appuntamenti sulla terra europea. I timori erano aumentati il giorno di Pasqua quando Nole ha postato su Twitter una foto per fare gli auguri ai follower con il polso steccato in bella vista.

Si sa quanto questo arto sia importante per un tennista. Ne sa qualcosa Del Potro che, operato ai legamenti lo scorso marzo, starà fuori almeno un anno per completare la riabilitazione necessaria per riprendere l’attività agonistica.