Basket NBA: Messina piace a Utah, Popovich coach dell’anno

Il tecnico italiano è di nuovo richiesto da una franchigia NBA, mentre l’allenatore di San Antonio conquista il riconoscimento per la terza volta in carriera.

Ettore Messina torna al centro delle voci NBA. Dopo essere stato per un anno assistente di Mike Brown sulla panchina dei Los Angeles Lakers ed aver avuto contatti (non andati a buon fine) lo scorso anno per sedersi sul pino degli Atlanta Hawks, sono gli Utah Jazz la squadra interessata ai servigi del tecnico italiano per la prossima stagione. La formazione di Salt Lake City ha appena esonerato l’allenatore Tyrone Corbin ed ora è alla ricerca del nuovo tecnico, per una squadra da ricostruire e con un record di 25-57 nell’ultima stagione.

Il favorito per sedere sulla panchina della formazione dello Utah è Jim Boylen, attuale assistente allenatore dei San Antonio Spurs, ma Messina piace molto al general manager Dennis Lindsey ed al suo assistente Justin Zanik. Non sarà una decisione presa a breve da parte dello staff dei Jazz, visto che si parla di aspettare giugno prima di annunciare il nome del nuovo allenatore, anche per rispetto nei confronti dei texani e della loro corsa playoff. Nel frattempo, il tecnico italiano è ancora impegnato con il Cska Mosca, a caccia delle Final Four di Eurolega e del titolo russo.

A proposito di Spurs e di allenatore, Gregg Popovich è stato nominato tecnico dell’anno nel campionato NBA. E’ vincitore per la terza volta in carriera di questo riconoscimento e solamente altri due allenatori possono vantarsi di aver vinto questo titolo per tre anni, cioè Pat Riley e Don Nelson. “Sono onorato e contento di ottenere questo riconoscimento – ha detto – Ma è merito dei giocatori: senza il loro gioco e la loro professionalità tutto questo non sarebbe accaduto”. Popovich ha portato San Antonio al miglior record della lega ed ora è favorito nella corsa playoff.

Ultime notizie su NBA

Tutto su NBA →