Le pagelle del venerdì

Riccardo Nencini: socialisti in piazza. Voto + 8. Toh, chi si rivede: i socialisti!. E in piazza. Ieri davanti a Palazzo Chigi il nuovo segretario Nencini ha guidato una nutrita e combattiva pattuglia di compagni per “difendere la legge elettorale delle europee e lasciarla così com’è, contro il tentativo del governo di riformare la legge

Riccardo Nencini: socialisti in piazza. Voto + 8. Toh, chi si rivede: i socialisti!. E in piazza. Ieri davanti a Palazzo Chigi il nuovo segretario Nencini ha guidato una nutrita e combattiva pattuglia di compagni per “difendere la legge elettorale delle europee e lasciarla così com’è, contro il tentativo del governo di riformare la legge per cancellare anche dal Parlamento europee forze politiche radicate nella coscienza del Paese”. Nencini ha concluso: “La democrazia è al patibolo”. Anche nel Pdl e nel Pd c’è maretta. Poi, abolendo le preferenze, sono le segreterie a scegliere. Cittadini out.

Walter Veltroni: l’amerikano. Voto – 8. Lo cercano alla Festa di Firenze e non lo trovano. Il segretario del Pd è Oltreoceano, Denver, ad omaggiare Obama. Con Veltroni, in delegazione fanno “bella” mostra Rutelli, Vernetti, Federica Mongherini, Lapo Pistelli. In altri tempi le delegazioni del Pci andavano ad est, guidate da Palmiro Togliatti, con Pajetta, Amendola, Ingrao, Napolitano, Cossutta. Idem per l’era Berlinguer che a Mosca, si fece sentire per lo “strappo” dall’Urss. Chissà chi l’ha sentito a Denver, Walter l’amerikano? E a Firenze la Festa va. Come il Pd. Male.