E’ finita la latitanza del boss Giuseppe Setola, arrestato oggi nel Casertano

Due giorni era fuggito durante un raid nel suo covo di Trentola Ducenta, nel Casertano, quando era riuscito ad infilarsi in un cunicolo che lo aveva condotto direttamente nelle fogne, poi il sequestro di beni immobili di sua proprietà per un valore complessivo di 10 milioni di euro e infine il tanto atteso arresto. Stiamo

Due giorni era fuggito durante un raid nel suo covo di Trentola Ducenta, nel Casertano, quando era riuscito ad infilarsi in un cunicolo che lo aveva condotto direttamente nelle fogne, poi il sequestro di beni immobili di sua proprietà per un valore complessivo di 10 milioni di euro e infine il tanto atteso arresto.

Stiamo parlando del boss camorrista Giuseppe Setola, arrestato oggi dai militari dell’operazione «Strade sicure» nel paesino di Mignano Montelungo, sempre nel Casertano, mentre era in procinto di recarsi in una clinica per farsi curare le diverse ferite riportate dopo la fuga di domenica notte.

Ora la sua fuga è finita e il 38enne camorrista, di cui vi abbiamo parlato numerose volte, dovrà rispondere a numerose accuse, fra le quali quelle relative alla strage di Castel Volturno, di cui è considerato il mandante, in cui morirono sei immigrati del Ghana.

Via | La Repubblica di Napoli

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →