Giro dei Paesi Baschi, 3a tappa: ha vinto Michael Matthews in volata (VIDEO)

Alberto Contador sempre leader della classifica generale, Davide Villella di quella degli scalatori e Davide Montaguti primo degli sprinter.

[blogo-video provider_video_id=”2zgDUf-_qbk” provider=”youtube” title=”Vuelta Ciclista al Pais Vasco 2014 – Stage 3 – FINAL KILOMETERS” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=2zgDUf-_qbk”]

L’australiano dell’Orica GreenEDGE Michael Matthews ha vinto l’unica tappa del Giro dei Paesi Baschi 2014 finita con una volata. Sfruttando il grande lavoro della sua squadra negli ultimi chilometri, in particolare di Simon Gerrans, Matthews, che era il grande favorito, ha bruciato tutti tagliando il traguardo a braccia alzate davanti a Kévin Reza del Team Europcar e a Michal Kwitatkowski dell’Omega Pharma – Quick Step.

La frazione di oggi, la più lunga di tutta questa corsa a tappe (194,70 km), è partita in salita e sul primo gran premio della montagna il più bravo è stato Beñat Intxausti della Movistar, seguito da Alexis Vuillermoz dell’Ag2r La Mondiale, terzo Matteo Montaguti, anch’egli dell’Ag2r, quarto il leader della classifica generale Alberto Contador della Tinkoff-Saxo.

Sullo slancio del Gpm si è formato un gruppetto di battistrada composto da Davide Villella della Cannondale, che è in possesso della maglia di miglior scalatore, Montaguti, già protagonista sulla prima salita, Natnael Berhane del Team Europcar, Omar Fraile della Caja Rural, Benjamin King della Garmin-Sharp e Andy Schleck della Trek. Sono però stati ripresi tutti dopo 20 km e in contropiede è partito il giovane Ruben Fernandez della Caja Rural, classe 1991, vincitore del Tour de l’Avenir nel 2013 e questuano sesto nella classifica generale della Volta ao Algarve.

Il vantaggio massimo dello spagnolo è stato di 10 minuti che è poi via via sceso: a 45 km dall’arrivo è diventato di 3′ 30″, poi cinque chilometri dopo è sceso a 2′ 50″ e a 32 km dall’arrivo è stato ripreso dopo oltre 160 km in fuga da solo.
In testa al gruppo si è messo il Team Sky, poi sul penultimo Gpm di giornata è stato Davide Villella a transitare per primo difendendo la sua maglia a pois, così come Montaguti ha difeso la sua maglia di leader della classifica degli sprint.
Sull’ultimo Gpm ha transitato per primo Jan Bakelants dell’Omega Pharma-Quick Step, senza tuttavia intaccare il primato di Villella. Il gruppo sulla salita si è allungato notevolmente, poi in discesa sono rimasti in corsa per la volata una sessantina di corridori e Bakelants è caduto commettendo un errore da principiante, ossia voltandosi indietro.

Negli ultimissimi chilometri è stato Matthews a portarsi in testa e a concludere in trionfo questa lunga tappa da Urdazubi a Gasteiz (Vitoria). Il migliore degli italiani oggi è stato Daniele Ratto della Cannondale arrivato settimo, ma in top-ten c’è anche Enrico Gasparotto dell’Astana al nono posto.

Ecco i primi dieci oggi all’arrivo (tutti con lo stesso tempo):

    1) Michael Matthews (Aus) Orica GreenEdge 5h 02′ 10″
    2) Kévin Reza (Fra) Team Europcar
    3) Michal Kwiatkowski (Pol) Omega Pharma – Quick-Step
    4) Ben Swift (GBr) Team Sky
    5) Paul Martens (Ger) Belkin-Pro Cycling Team
    6) Yukiya Arashiro (Jpn) Team Europcar
    7) Daniele Ratto (Ita) Cannondale
    8) Maxim Iglinskiy (Kaz) Astana Pro Team
    9) Enrico Gasparotto (Ita) Astana Pro Team
    10) Tosh Van Der Sande (Bel) Lotto Belisol

E questa la situazione in testa alla classifica generale dopo tre tappe:

    1) Alberto Contador Velasco (Spa) Tinkoff-Saxo 12h 54′ 03″
    2) Alejandro Valverde Belmonte (Spa) Movistar Team +14″
    3) Michal Kwiatkowski (Pol) Omega Pharma – Quick-Step +34″
    4) Damiano Cunego (Ita) Lampre-Merida +36″
    5) Cadel Evans (Aus) BMC Racing Team +36″
    6) Jean-Christophe Peraud (Fra) AG2R La Mondiale +36″
    7) Iurii Trofimov (Rus) Team Katusha +36″
    8) Mikel Nieve Ituralde (Spa) Team Sky +36″
    9) Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff-Saxo +54″
    10) Mikel Landa Meana (Spa) Astana Pro Team +54″