Basket NCAA Final Four 2014: Napier show, Connecticut è campione

Connecticut batte Kentucky nella finale 2014 e diventa campione NCAA, per la quarta volta nella storia. Grande prova di Napier: 22 punti e 6 rimbalzi.

Un uomo solo al comando. Shabazz Napier porta Connecticut sul trono NCAA per la quarta volta nella storia e per la seconda volta dal 2011. Era la stella più attesa e, dopo aver giocato per gli altri nella semifinale, questa volta si è messo in proprio, chiudendo con 22 punti, 6 rimbalzi e 3 assist e portando i suoi Huskies al successo per 60-54 su Kentucky, davanti agli 80.000 dell’AT&T Stadium di Arlington. Un trionfo inatteso, partendo da n° 7 del ranking, ma ampiamente meritato e firmato anche Kevin Ollie, subito al titolo, al primo anno da capo allenatore nel torneo.

UConn ha dominato la finale, restando al comando dal primo all’ultimo secondo, riuscendo a contenere la grande fisicità dei Wildcats sotto canestro, vincendo addirittura la battaglia a rimbalzo (34-33) e chiudendo con un perfetto 10/10 dalla lunetta, a contraltare il negativo e decisivo 13/24 degli avversari. Non c’è stato solo Napier, ovviamente: Ryan Boatright ha giocato probabilmente la partita della vita (5/6 dal campo e 4/4 ai liberi), mentre dall’altra parte solamente Nick Young (20 punti e 7 rimbalzi) è riuscito a giocare una grande finale.

Gli Huskies hanno preso subito il comando della partita, andando in contropiede ed in transizione, con il suo leader, autore delle triple per il +12 (24-12 al 12’). Il massimo vantaggio viene firmato sul 30-15, con 6 perse di UK, ma gli uomini di Calipari tentano l’ennesima rimonta del loro torneo. Questa volta, però, non la completano mai: arrivano più volte a -1, sfruttando la zona per mettere in difficoltà l’attacco avversario, e Aaron Harrison (l’eroe del torneo) ha la tripla del sorpasso a metà ripresa, ma non riescono mai a trovare il pareggio o il vantaggio.

Così la solita coppia Napier-Boatright prende in mano la gara e UConn arriva alla sirena finale senza troppi affanni, facendo esplodere tutta la gioia per un trionfo straordinario, con un gruppo di giocatori esperti, alcuni dei quali destinati ad un futuro nell’NBA. Un anno fa non avevano potuto partecipare al torneo NCAA per la squalifica, ora sono i padroni del college americano. “Avete visto gli Huskies affamati. Questo è quello che accade se ci bannate”, ha detto l’MVP della finale. L’ha visto tutta l’America e non solo.