Mozione di Sfiducia per De Girolamo? Il Movimento 5 Stelle ci prova

Dopo Alfano e Cancellieri, M5S all’attacco del ministro dell’Agricoltura.

di andreas

In origine fu Angelino Alfano e il caso Ablyazov, poi fu la volta dell ministro Cancellieri e le telefonate con la famiglia Ligresti, adesso potrebbe toccare al ministro Nunzia De Girolamo. Che cos’hanno in comune questi tre casi? Le mozioni di sfiducia richieste da parte del Movimento 5 Stelle, che anche se finora non sono andate a buon fine sono state in grado di mettere seriamente in difficoltà il governo Letta.

E adesso gli uomini di Beppe Grillo in Parlamento ci potrebbero riprovare. Ma per quale ragione? Si tratta della questione portata alla luce dal Fatto Quotidiano e per la quale il ministro non è indagato:

L’allora semplice deputata Pdl convocava a casa del padre i vertici dell’azienda sanitaria locale e persone di stretta fiducia. Con loro discuteva di come orientare l’affidamento milionario per il servizio 118, di dove ubicare presidi e strutture dell’Asl, ma anche di questioni spicciole come un sequestro di mozzarelle in un negozio di un “amico di Nunzia” o di come mandare “i controlli” negli ospedali guidati da persone non gradite alla parlamentare azzurra per far capire “che un minimo di comando ce l’abbiamo”.

Situazione scomoda che ha fatto drizzare le antenne al Movimento 5 Stelle: “La situazione della De Girolamo è gravissima. Se ha fatto quello che ha fatto da semplice deputato, non oso immaginare cosa possa fare da ministro”, spiega la deputata Silvia Giordano. Le intercettazioni che stanno mettendo in difficoltà il ministro potrebbero essere illegali, ma la questione non sembra colpire più di tanto Giordano, che spiega all’HuffPost: “Non ci riguarda come siano prese. Ha utilizzato il suo ruolo da deputata in un modo moralmente e politicamente inaccettabile. Da questo punto di vista è responsabile a prescindere. Per questo il nostro capogruppo Federico D’Incà ha chiesto un’informativa urgente proprio ieri. Ci aspettiamo che venga a riferire in aula”.

Se mozione di sfiducia sarà, è evidente come la situazione andrà sempre più complicandosi per il governo Letta e in particolare per il Partito Democratico. Alfano e Cancellieri sono stati salvati in nome delle larghe intese, ma il nuovo Pd firmato Matteo Renzi può permettersi una mossa (se i sospetti nei confronti di De Girolamo venissero confermati) altamente impopolare?

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →