Italia-Sud Africa – Martin Castrogiovanni: “Abbiamo un grande futuro davanti e le sfide come questa sono un’occasione unica per crescere”

E’ stato eletto Man of the Match contro la Nuova Zelanda a San Siro. Due settimane fa, con la maglia dei Leicester Tigers, ha annichilito la prima linea sudafricana. Proprio quegli Springboks che tra poco più di 24 ore l’Italia sfiderà sul campo del “Friuli” di Udine. Martin Castrogiovanni, tornato in gran forma dopo gli

E' stato eletto Man of the Match contro la Nuova Zelanda a San Siro. Due settimane fa, con la maglia dei Leicester Tigers, ha annichilito la prima linea sudafricana. Proprio quegli Springboks che tra poco più di 24 ore l'Italia sfiderà sul campo del "Friuli" di Udine. Martin Castrogiovanni, tornato in gran forma dopo gli infortuni della passata stagione, è sempre più l'uomo immagine dell'Italrugby. Simpatico, aperto fuori dal campo, micidiale e potente quando calpesta l'erba. Proprio con lui Rugby 1823 vuole presentare la sfida di domani, ore 15.00, che verrà trasmessa in diretta tv da La7 e Sky Sport e in live blogging da Rugby 1823.

Martin, cosa significa sfidare i più forti al mondo? "Penso che è una partita contro i campioni del mondo e come tutte queste sfide va presa come un'opportunità di dimostrare il nostro migliore rugby e che siamo in crescita. Dobbiamo fare lo stesso della scorsa settimana, tanta aggressività, togliere loro i lanci di gioco in touche e mischia per creare un dubbio in quelle situazioni e di ripartire".
La prestazione di San Siro ha ridato fiducia a tutto il movimento. Come l'hai vissuta ed è un punto di partenza per questa Italia? "E' appena iniziata e credo che abbiamo grande futuro davanti ma dipende solo da noi non fare passi indietro dopo il passo avanti di sabato scorso. Penso che il rugby italiano abbia grande futuro, ci sono molti giocatori che possono giocare ovunque in Europa e questo è punto di forza. Si vince solo stando assieme e avendo fiducia continuando a giocare assieme, fissandoci obiettivi raggiungibili e ripartire da lui. Per ora non penso al 6 Nazioni ma a queste partite, sopratutto a quella di sabato contro il Sudafrica".
Dopo un anno difficile, costellato di infortuni, sei tornato più forte di prima. Sei nel pieno della maturità rugbistica. I tuoi sogni per il futuro? "Ho ancora un anno di contratto con i Tigers, sono molto contento lì e penso che sono in una delle migliori squadre d'Europa e forse del mondo. Dopo mi piacerebbe cercare di vedere altre opportunità, ma per adesso sto lì e vorrei rimanere lì per tanto tempo".

Insomma, fiducia nei propri mezzi, sicurezza di aver intrapreso la giusta strada, ma anche la consapevolezza che l'avversario di domani sarà ostico e durissimo. Non sarà una passeggiata, sarà difficile limitare quello che è il miglior XV attualmente schierabile da de Villiers, ma una prova maiuscola può rimescolare le carte in campo. L'appuntamento, quindi, è per domani pomeriggio, ore 15.00, a Udine!

ITALIA-SUD AFRICA
Sabato 21 novembre, ore 15.00 – Stadio Friuli, Udine
Italia: 15 Luke McLean, 14 Matteo Pratichetti, 13 Alberto Sgarbi, 12 Gonzalo Garcia, 11 Mirco Bergamasco, 10 Craig Gower, 9 Simon Picone; 8 Sergio Parisse (c), 7 Alessandro Zanni, 6 Simone Favaro, 5 Quintin Geldenhuys, 4 Carlo Antonio Del Fava, 3 Martin Castrogiovanni, 2 Fabio Ongaro, 1 Salvatore Perugini.
In panchina: 16 Leonardo Ghiraldini, 17 Ignacio Rouyet, 18 Antonio Pavanello, 19 Josh Sole, 20 Mauro Bergamasco, 21 Tito Tebaldi, 22 Gonzalo Canale.
Sud Africa: 15 Zane Kirchner, 14 JP Pietersen, 13 Jaque Fourie, 12 Adi Jacobs, 11 Bryan Habana, 10 Morné Steyn, 9 Fourie du Preez, 8 Ryan Kankowski, 7 Danie Rossouw, 6 Heinrich Brüssow, 5 Andries Bekker, 4 Bakkies Botha, 3 John Smit (captain), 2 Adriaan Strauss, 1 Wian du Preez.
In panchina: 16 Tendai Mtawarira, 17 BJ Botha, 18 Victor Matfield, 19 Jean Deysel, 20 Francois Hougaard, 21 Ruan Pienaar, 22 Wynand Olivier.
Arbitri: Alain Rolland (Ireland); James Jones (Wales), Peter Allan (Scotland)

I Video di Blogo