Tre giorni di La Panne 2014: Sacha Modolo vince la 2a tappa davanti a Démare e Kristoff (VIDEO)

Quinta vittoria stagionale per il velocista della Lampre Merida. Gert Steegmans è il nuovo leader della classifica generale.

[blogo-video provider_video_id=”x0r2VS3KF3s” provider=”youtube” title=”Replay of the sprint in Driedaagse de Panne 2014 – Stage 2″ thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=x0r2VS3KF3s”]

La fortuna di avere con sé due compagni del proprio treno abituale e la bravura nel portare a termine una volata magistrale, di forza, davanti ai quotatissimi Arnaud Démare della FDJ e Alexander Kristoff della Katusha, il vincitore della Milano-Sanremo. Oggi è il giorno di Sacha Modolo alla Tre giorni di La Panne. Il corridore della Lampre Merida ha vinto la seconda tappa giocandosi benissimo le sue carte per tutto il percorso, restando nel gruppo dei più forti senza consumare troppe energie e conservandole tutte per un finale perfetto che corona il lavoro dei suoi compagni Davide Cimolai e Maximiliano Richeze.

Modolo ha tagliato il traguardo a braccia alzate, aggiudicandosi la volata con un considerevole distacco sugli altri due temibili velocisti che salgono con lui sul podio e avendo la meglio anche su Marcel Kittel della Giant-Shimano, solo ottavo dietro un altro trio tutto italiano. Alla fine sono ben cinque i corridori italiani nella top-ten della tappa odierna: oltre Modolo primo, troviamo Danilo Napolitano della Wanty-Groupe Gobert quinto, Daniele Colli della Neri Yellow Fluo sesto, Alessandro Bazzana della UnitedHealthcare settimo e Marco Canola della Bardiani decimo.

Alcuni di loro sono stati impegnati anche nella più lunga fuga di giornata, quella partita dal 22° km in poi: ne hanno fatto parte Canola, Colli, Bazzana, più un altro italiano, Antonino Parrinello dell’Androni, Jelle Wallays della Topsport Vlaanderen – Baloise, James Van Landschoot della Wanty – Groupe Gobert e Sébastien Rosseler della Veranclassic – Doltcini.

Un’azione dell’Omega Pharma – Quick Step ha diviso in due il gruppo principale e una ventina di corridori hanno poi raggiunto e inglobato i sette fuggitivi, mentre il plotone con la maglia bianca del leader della generale Peter Sagan è rimasto indietro di 1′ 30″. Lo slovacco ha oggi perso la testa della classifica a vantaggio di Gert Steegmans dell’Omega, ma l’altro Cannondale protagonista della tappa di ieri, Oscar Gatto, è un solo secondo dietro il belga.

E proprio Gatto è stato protagonista dell’ultima mini-fuga della giornata: approfittando di un allungo per lo sprint finale sul traguardo, al secondo passaggio del circuito di Koksijde, Oscar si è messo a ruota di Niki Terpstra e a loro si è aggiunto Guillaume Van Keirsbulck. L’italiano della Cannondale e i due Omega sono riusciti a guadagnare una ventina di secondi sui diretti inseguitori e sono rimasti con circa 1′ 30″ di vantaggio sul gruppo di Sagan. Negli ultimissimi chilometri però sono stati ripresi, la Lampre ha preso il comando delle operazioni grazie al grandissimo lavoro di Cimolai che ha tenuto coperti Richeze e Modolo. L’argentino ha così potuto lanciare la volata per il compagno che ha tagliato il traguardo davanti a tutti.

Ecco i primi dieci all’arrivo della tappa da Zottegem a Koksijde, lunga 206 km:

    1) Sacha Modolo (Cannondale) 4h 28′ 15″
    2) Arnaud Démare (FDJ.fr)
    3) Alexander Kristoff (Katusha)
    4) Roeslan Tleubajev (Astana)
    5) Danilo Napolitano (Wanty – Groupe Gobert)
    6) Daniele Colli (Neri Yellow Fluo)
    7) Alessandro Bazzana (UnitedeHealthcare)
    8) Marcel Kittel (Giant-Shimano)
    9) Kenneth Van Bilsen (Topsport Vlaanderen – Baloise)
    10) Marco Canola (Bardiani CSF)

E queste le prime dieci posizioni della classifica generale dopo due tappe:

    1) Gert Steegmans (Omega Pharma – Quick Step) 8h 57′ 45″
    2) Oscar Gatto (Cannondale) +1″
    3) Kenneth Van Bilsen (Topsport Vlaanderen – Baloise) +3″
    4) Niki Terpstra (Omega Pharma – Quick Step) +5″
    5) Mauro Finetto (Neri Yellow Fluo) +9″
    6) Vincent Jerome (Europcar) +9″
    7) Guillaume Van Keirsbulk (Omega Pharma – Quick Step) +9″
    8) Arnaud Démare (FDJ.fr) +14″
    9) Luke Durbridge (Orica GreenEDGE) +20″
    10) Alexander Kristoff (Team Katusha) +24″