Italia-Nuova Zelanda – Azzurri carichi per la sfida di San Siro! Diretta tv su La7 e Sky e live blogging su Rugby 1823!

Meno 24. Manca esattamente un giorno al fischio d’inizio del match che porterà 80.000 spettatori allo Stadio Meazza di Milano per una partita di rugby. Saranno Italia e Nuova Zelanda a sfidarsi alle 15.00 in un match che non dovrebbe avere storia, ma che viste le formazioni e con la spinta degli ottantamila potrebbe, se

sansiro-rugby.JPG

Meno 24. Manca esattamente un giorno al fischio d'inizio del match che porterà 80.000 spettatori allo Stadio Meazza di Milano per una partita di rugby. Saranno Italia e Nuova Zelanda a sfidarsi alle 15.00 in un match che non dovrebbe avere storia, ma che viste le formazioni e con la spinta degli ottantamila potrebbe, se non una vittoria, almeno regalare all'Italia ovale una battaglia epica. Nelle parole di capitan Parisse il rispetto per gli avversari, ma anche la consapevolezza di poter fare bene. Per chi non sarà presente a San Siro, la possibilità di seguire il match in diretta tv su La7 e su Sky Sport, e di entrare nel pub virtuale di Rugby 1823, con il live blogging che partirà alle 14.45.

Sulla carta non c'è storia. Loro sono la seconda squadra più forte al mondo (e la più forte, il Sud Africa campione del mondo, la sfideremo tra otto giorni a Udine, meglio non dimenticarsene, perché questo è un autunno di grandissimo rugby per l'Italia), loro hanno vinto tutti gli undici match che hanno visto azzurri e tuttineri sfidarsi, loro dieci anni fa ci hanno rifilato un pesantissimo 101-3 ai Mondiali e loro, infine, sono gli All Blacks.
Sulla carta, ma il campo può cambiare tutto. Senza illusioni e sapendo che una lezione di rugby è dietro l'angolo. Ma il turnover deciso da Graham Henry, la qualità della nostra prima linea, l'esperienza e la forza delle nostre terze e una mediana che finalmente sembra aver trovato una quadratura del cerchio possono regalare almeno qualche speranza di giocarcela. L'importante, come hanno ripetuto sia Mirco Bergamasco sia Sergio Parisse, sarà resistere i primi 20 minuti. Se si molla subito allora sarà un massacro, ma se gli azzurri sapranno creare una diga di fronte alla marea nera, allora la poca esperienza internazionale dei neozelandesi potrebbe emergere. Servirà il coraggio di attaccare, di non concedere amnesie in nessuno degli 80'. Lo ha detto chiaramente capitan Parisse dopo il Captain's Run di questa mattina a San Siro e come riportato dalla Gazzetta dello Sport: "Ai ragazzi ho detto di dare tutto, di metterci il cuore. Se teniamo i primi 20', la partita cambia – ha detto il capitano azzurro, aggiungendo poi – Sono sicuro che non caleremo alla distanza, fisicamente e mentalmente siamo pronti a reggere per 80' al cento per cento". E, se ciò capiterà, a togliere le castagne dal fuoco serviranno i campioni che Henry ha lasciato in panchina.

ITALIA – NUOVA ZELANDA
Sabato 14 novembre, ore 15.00 – Stadio San Siro, Milano
Italia: 15 Luke McLean, 14 Kaine Robertson, 13 Gonzalo Canale, 12 Gonzalo Garcia, 11 Mirco Bergamasco, 10 Craig Gower, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse, 7 Mauro Bergamasco, 6 Alessandro Zanni, 5 Quintin Geldenhuys, 4 Carlo Antonio Del Fava, 3 Martin Castrogiovanni, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Salvatore Perugini
In panchina: 16 Fabio Ongaro, 17 Ignacio Rouyet, 18 Josh Sole, 19 Simone Favaro, 20 Simon Picone, 21 Kristopher Burton, 22 Alberto Sgarbi
Nuova Zelanda: 15 Cory Jane, 14 Ben Smith, 13 Tamati Ellison, 12 Luke McAlister, 11 Sitiveni Sivivatu, 10 Mike Delany, 9 Andy Ellis, 8 Rodney So'oialo, 7 Tanerau Latimer, 6 Liam Messam, 5 Anthony Boric, 4 Tom Donnelly, 3 Neemia Tialata, 2 Corey Flynn, 1 Wyatt Crockett
In panchina: 16 Andrew Hore, 17 John Afoa, 18 Jason Eaton, 19 Richie McCaw, 20 Jimmy Cowan, 21 Stephen Donald, 22 Mils Muliaina
Arbitri: Stuart Dickinson (Australia); Alain Rolland (Ireland), David Changleng (Scotland)

Qui sotto tutte le informazioni per l'accesso a San Siro:
h. 10.00: chiusura delle vie intorno allo stadio (eccetto residenti e possessori pass parcheggio stadio)
Accesso area parcheggi pullman: da via Tesio, angolo via Harar
h. 11.00: apertura Villaggio “Terzo Tempo”
dalle h. 11.30: capolinea tram 16 in Piazzale Segesta
h. 12.30: apertura ingressi al pubblico

Sui monitor della cancellata stadio indicazioni per l’ingresso in base al settore acquistato
Ingressi dotati di tornelli con lettori automatizzati, nei quali inserire il biglietto con il codice a barre rivolto verso l’alto
Ingresso 11: dedicato esclusivamente all’accesso dei disabili accreditati
Ingresso 7: box accrediti

Nel pieno rispetto di entrambe le squadre e nel pieno spirito rugby, è severamente vietato fischiare gli inni e la danza neozelandese, l’haka.

 

3tempo_lavagna.jpg