Volta a Catalunya 2014: Luka Mezgec ha vinto la prima tappa. Sesto Daniele Ratto (VIDEO)

Lo sloveno del Team Giant-Shimano è leader della classifica generale.

[blogo-video provider_video_id=”6WCYYvbI4Ls” provider=”youtube” title=”Volta Ciclista a Catalunya 2014 – Stage 1 – FINAL KILOMETERS” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=6WCYYvbI4Ls”]

Si è conclusa con una volata la prima tappa del Giro di Catalogna 2014 a Calella, lunga 165,70 km. Sulla linea del traguardo a trionfare è stato lo sloveno Luka Mezgec della Giant-Shimano che ha bruciato negli ultimi metri Leigh Howard dell’Orica GreenEDGE rimontandolo da una posizione un po’ più arretrata, e il giovane francese dell’Omega Pharma – Quick Step Julian Alaphilippe che ha chiuso al terzo posto. Mezgec è ora ovviamente leader della classifica generale e, grazie agli abbuoni, ha 4″ di vantaggio sull’australiano e 6″ sul francese.

La fuga di giornata è partita dopo 13 km e ha avuto per protagonisti il belga Boris Vallée della Lotto Belisol e il francese Romain Lemarchand della Cofidis che si sono aggiudicati, rispettivamente, i due traguardi volanti il primo e due gran premi della montagna il secondo, mentre il bonus sprint di Mataro al 18° km ha visto transitare per primo il transalpino. L’ultimo Gpm sul Colle Sacreu al km 151,2 ha visto passare per primo l’italiano dell’Omega Pharma – Quick Step Gianluca Brambilla che è stato protagonista di una nuova mini-fuga partita dopo che i primi due sono stati riacciuffati dal gruppo e dopo che è stato vanificato un attacco del basco Amets Txurruka della Caja Rural.

Brambilla con Julian Arredondo della Trek e Paul Martens della Belkin è stato ripreso quasi subito dopo il Gpm e in discesa si è formato un nuovo trio di testa con due francesi e un olandese, ossia Romain Hardy della Cofidis, Mikael Cherel dell’Ag2r La Mondiale e Wilco Kelderman della Belkin. Nel frattempo la Giant-Shimano ha preso il comando del gruppo e ha preparato la volata per Mezgec.

Kelderman è stato l’ultimo a cedere a 5 km dall’arrivo e la tappa si è conclusa con la volata vinta dallo sloveno della Giant-Shimano che potete vedere nel video in alto.

Richie Porte del Team Sky è arrivato al traguardo con 2′ 58″ di ritardo aiutato dai compagni di squadra Danni Pate e Josh Edmonson perché non è al momento in buona condizione anche se, come ha detto il direttore sportivo Nicolas Portal, in allenamento si sentiva bene, ma in gara si è sentito po’ vuote. Bene invece gli italiani Daniele Ratto della Cannondale che ha chiuso al sesto posto ed è ottavo in classifica generale e Roberto Ferrari della Lampre-Merida, ottavo al traguardo e decimo i classifica.

Ecco i primi dieci all’arrivo della prima tappa

    1) Luka Mezgec (Giant-Shimano) 4h 09′ 13″
    2) Leigh Howard (Orica-GreenEDGE)
    3) Julian Alaphilippe (Omega Pharma – QuickStep)
    4) Paul Martens (Belkin)
    5) Tosh van der Sande (Lotto Belisol)
    6) Daniele Ratto (Cannondale)
    7) Marcus Burghardt (BMC)
    8) Roberto Ferrari (Lampre – Merida)
    9) Samuel Dumoulin (Ag2r La Mondiale)
    10) Gianluca Brambilla (Omega Pharma – QuickStep)

Le prime dieci posizioni della classifica generale:

    1) Luka Mezgec (Slovenia) Team Giant-Shimano 4h 09′ 03″
    2) Leigh Howard (Australia) Orica Greenedge +4″
    3) Julian Alaphilippe (Francia) Omega Pharma – Quick-Step +6″
    4) Boris Vallée (Belgio) Lotto Belisol +8″
    5) Cédric Pineau (Francia) FDJ.fr +9″
    6) Paul Martens (Germania) Belkin Pro Cycling Team +10″
    7) Tosh Van Der Sande (Belgio) Lotto Belisol +10″
    8) Daniele Ratto (Italia) Cannondale +10″
    9) Marcus Burghardt (Germania) BMC +10″
    10) Roberto Ferrari (Italia) Lampre-Merida +10″