Caserta, danno fuoco a una donna: arrestati il compagno e un amico

Quando i carabinieri hanno fatto irruzione hanno trovato i responsabili a guardare la donna bruciare viva. La vittima è in pericolo di vita.

di remar

Una donna è stata data alle fiamme a San Felice a Cancello (Caserta) da due persone, il compagno e un amico di quest’ultimo. È stato l’intervento dei carabinieri a salvare la vittima, soccorsa in un appartemento della frazione Talanico. La donna, le cui generalità non sono ancora conosciute, ha ustioni sul 60% del corpo. È ora ricoverata all’ospedale Cardarelli di Napoli in prognosi riservata e in pericolo di vita.

Å dare l’allarme era stato un vicino di casa della donna. I militari dell’Arma hanno così potuto arrestare in flagranza di reato Cherif Ali Fakir, di 47 anni, e il coetaneo Rachid Sais Bach, entrambi di nazionalità algerina e immigrati irregolari. I due secondo una prima ricostruzione dei fatti avrebbero gettato dell’alcool etilico sul corpo della donna per poi appiccare le fiamme con un accendino.

Quando i carabinieri hanno fatto irruzione nell’appartamento hanno trovato i responsabili che guardavano la donna stesa sul letto che stava bruciando viva. I militari aiutandosi con un lenzuolo hanno spento le fiamme e quindi chiamato il 118. Per gli arrestati l’accusa è di tentato omicidio in concorso. Nell’appartamento è stata trovata anche la bottiglia che conteneva il liquido infiammabile. Dietro l’accaduto ci sarebbe una lite per futili motivi tra Fakir e la donna.

Gli indagati dopo l’identificazione e le formalità di rito sono stati tradotti presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere (CE) a disposizione dell’autorità giudiziaria.