Cattolica Eraclea (Agrigento): l’imprenditore Giuseppe Miceli trovato morto

Il cadavere rinvenuto all’interno dell’azienda, sul pavimento ci sono tracce di sangue.

Giuseppe Miceli, imprenditore di 60 anni di Cattolica Eraclea, provincia di Agrigento, è stato trovato morto nel suo ufficio all’interno dell’azienda di marmi di cui è titolare in via Crispi. I carabinieri di Agrigento si sono recati sul posto e avrebbero trovato tracce di sangue sul pavimento.

Non ci sono ancora certezze sull’accaduto, ma è possibile che si tratti di omicidio, vista anche la lesione alla gola che è stata rinvenuta sul cadavere, riverso sul pavimento.

Le indagini sono in corso e sul posto si sono recati anche i militari della scientifica. Intanto il sostituto procuratore ha disposto l’autopsia sul cadavere per chiarire le cause della morte, ancora da verificare.

I carabinieri e il pubblico ministero incaricato del caso hanno iniziato a interrogare alcune persone, ma ancora nessuno è stato inserito nel registro degli indagati, mentre manca ancora la conferma ufficiale che si sia trattato di omicidio.

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →