Milano-Sanremo 2014: Alexander Kristoff ha vinto davanti a Cancellara e Swift

Milano-Sanremo, diretta integrale dell’edizione numero 105.

Il norvegese del Team Katusha Alexander Kristoff ha vinto la Milano-Sanremo 2014! Sul traguardo gesto di stizza di Fabian Cancellara, che sale sul podio per la quinta volta, secondo. Poi l’elvetico è stato il primo a congratularsi con il vincitore. Terzo è Ben Swift del Team Sky, primo degli italiani Sonny Colbrelli, sesto.
All’arrivo abbraccio tra Kristoff e il suo compagno di squadra Luca Paolini che ha fatto un gran lavoro per lui dopo il Poggio.

Classifica Milano-Sanremo 2014

Con questa vittoria Kristoff va al quarto posto della classifica mondiale dell’UCI World Tour

Classifica UCI

Ecco il podio

Podio Milano-Sanremo 2014

17:01HA VINTO ALEXANDER KRISTOFF!!! Per la prima volta un norvegese trionfa alla Milano-Sanremo!

Vince Kristoff

16:59 – Ciolek, vincitore dell’anno scorso, è sulla ruota di Sagan.

16:58 – Colbrelli non fa il vuoto, sarà volata tra i migliori che sono tutti lì.

Ripreso Colbrelli

16:57 – Finita in questo momento la discesa del Poggio, ultimi due km sull’Aurelia. Attacco di Sonny Colbrelli!

16:53 – Gruppo allungato, vari attacchi, ora è Greg Van Avermaet a cercare di creare un buco quando sta cominciando la discesa dal Poggio.

16:52 – Un allungo di Philippe Gilbert ha consentito al gruppo di riprendere Battaglin e Rast. Ora scatta Luca Paolini.

16:51 – Intanto Degenkolb, dopo la foratura, sta cercando di recuperare, riportandosi nel gruppo.

16:50 – Il gruppo è guidato dal Team Sky con Salvatore Puccio. Il distacco dai due attaccanti è di una decina di secondi, mancano 7,4 km.

16:49 – Si è formata una nuova coppia al comando: Grégory Rast della Trek (di Cancellara) ed Enrico Battaglin della Bardiani.

16:47 – Vincenzo Nibali è stato ripreso dal gruppo, ma anche in questa gara ha regalato grandi emozioni.

Nibali ripreso

16:46Ha forato John Degenkolb!!! Uno dei principali favoriti.

16:46 – Mancano 10 km all’arrivo, il vantaggio di Nibali è di 17″. In testa al gruppo cominciano ad arrivare i capitani delle varie squadre.

16:45 – Ora Sky e BMC hanno preso il comando del gruppo e il distacco di Nibali sta diminuendo.

Nibali in fuga

16:43 – Pare che Demare sia riuscito a rientrare sul gruppo principale, sempre guidato dagli uomini Cannondale. Nelle prime posizioni c’è anche il “Gorilla” André Greipel.

16:42 – Tra meno di 3 km per Nibali inizierà l’ultima salita, quella del Poggio di Sanremo.

16:40 – Tjallingi, seppur distanziato da Nibali, non è ancora stato ripreso, De Maar invece sì. Intanto si va vedere anche il Team Sky per il suo capitano Edvald Boasson Hagen.

16:39 – Nibali ha 49″ di vantaggio sul gruppo a 15,3 km dall’arrivo.

16:38 – In testa al gruppo Alessandro De Marchi continua il suo super-lavoro.

16:35Nibali se ne va da solo, lo sa che i due olandesi non possono aiutarlo, visto che sono in fuga da 200 km.

Nibali in fuga

16:34 – Vincenzo Nibali ha acciuffato e superato Tjallingi e De Maar.

16:31 – Nibali si sta avvicinando a Tjallingi e De Maar, omrai ce li ha a 11″ di distanza ed è sulla discesa della Cipressa, dove può fare la differenza.

16:31 – Il gruppo principale ha una trentina di corridori. Arnaud Demare è uno dei favoriti della vigilia che ormai è fuori dai giochi.

16:29 – Nibali ha una ventina di secondi di vantaggio dal gruppo, mentre i due in testa alla corsa, Maarten Tjallingi e Marc De Maar, hanno 53″.

16:25 – Attacca Vincenzo Nibali! Parte da solo e ha già ripreso l’ex fuggitivo Matteo Bono.

Nibali

16:23 – A meno di 26 km dall’arrivo il distacco dai due fuggitivi rimasti in testa alla corsa è di 1′ 30″. Piano piano il gruppo sta riprendendo gli altri ex battistrada.

Alessandro De Marchi e Peter Sagan

16:21 – In testa al gruppo Alessandro De Marchi e Peter Sagan, stanno attaccando proprio all’inizio della salita della Cipressa per fare selezione tra i velocisti. Dietro di loro c’è Simon Geschke della Giant-Shimano per il suo capitano John Degenkolb.

16:19 – Comincia la Cipressa per i battistrada e Matteo Bono perde contatto dagli altri due battistrada.

16:16 – In testa al gruppo gli uomini Cannondale si alternano con quelli del Team Katusha e della BMC.

16:15 – Capo Berta ha fatto parecchia selezione, il gruppo è allungatissimo. Geraint Thomas del Team Sky è rimasto indietro.

16:10 – A 34 km dall’arrivo il distacco dei tre battistrada è di 2′ 45″.

16:08 – Anche Matteo Trentin si è attardato, l’Omega Pharma – Quick Step di Mark Cavendish è dimezzata.

16:07Vincenzo Nibali si sta mantenendo sulla ruota di Cavendish

Vincenzo Nibali

16:06 – Tranquillo nel gruppo anche Fabian Cancellara.

Cancellara

16:05 – Pare che Cavendish non possa fare affidamento su Alessandro Petacchi negli ultimi chilometri, perché l’italiano è rimasto indietro di mezzo chilometro rispetto al gruppo principale.

16:03 – Mark Cavendish riesce a stare sempre nelle primissime posizioni del gruppo, ben protetto dai suoi compagni dell’Omega.

Mark Cavendish

16:02Jan Barta si sta attardando rispetto agli altri tre battistrada.

16:01 – Mancano 40 km all’arrivo, il distacco è di 3′ 55″. Ora il gruppo sta arrivando su Capo Berta, è un punto importante del percorso per capire chi lotterà fino alla fine.

16:00Michal Kwiatkowski e Mark Renshaw dell’Omega Pharma – Quick Step hanno abbandonato la corsa.

15:57 – La Cannondale è tornata a guidare il gruppo, dopo aver lasciato la testa per qualche chilometro.

15:56 – Anche Maarten Tjallingi è in difficoltà, trema per il freddo.

15:55 – Tra i quattro battistrada Jan Barta sembra avere qualche problema per il freddo, mentre è ancora pimpante Matteo Bono.

15:51 – Arriva ora la conferma che Diego Ulissi si è ritirato. Purtroppo per lui pioggia e freddo sono grandi nemici, si ritirò anche al Mondiale lo scorso settembre in Toscana.

15:49Diego Ulissi, che con Filippo Pozzato sarebbe dovuto entrare in scena dalla Cipressa in poi per la Lampre-Merida, sembra in crisi: è in sofferenza fisica a causa del freddo.

15:48Luca Paolini del Team Katusha, il migliore degli italiani l’anno scorso (quinto), prova a riscaldarsi le mani con una borraccia di tè caldo.

Luca Paolini

15:47 – Il gruppo inizia a salire su Capo Mele, ora per i fuggitivi mancano 48 km al traguardo.

15:46 – Mark Cavendish, uno dei favoriti, resta al sicuro nella pancia del gruppo.

Cavendish

15:38 – I fuggitivi sono nei pressi di Laigueglia e tra poco saliranno su Capo Mele. Il distacco sta scendendo, 5′ 30″. Il gruppo sta superando Alassio.

15:35 – Ora mancano 60 km all’arrivo.

Quattro battistrada

15:32 – I battistrada rimasti sono dunque

    Maarten Tjallingi (Belkin)
    Matteo Bono (Lampre-Merida)
    Jan Barta (NetApp Endura)
    Marc De Maar (UnitedHealthcare)

15:30 – Anche Antonino Parrinello ha perso contatto dai fuggitivi che ora dunque restano in quattro.

15:28 – Molti corridori stanno avendo difficoltà a chiudere le mantelline perché hanno le mani fredde. Anche scartare i panini e le barrette prese al rifornimento è piuttosto arduo.

Problemi con la mantellina

15:25 – A Ceriale i corridori si possono rifornire per la seconda volta dal rifornimento fisso.

15:22 – Siamo ora a 71,2 km dal traguardo. Il gruppo sta passando da Ceriale. Il vantaggio dei battistrada è di 5′ 45″.

15:12 – Anche Nathan Haas si è staccato dai fuggitivi a causa di una foratura. Dunque ora sono cinque i battistrada.

14:59 – Rilevamento “fisso” a Varigotti. 6′ 45″ il margine dei battistrada.

14:57 – 87 km al traguardo. Vantaggio sempre di circa sei minuti per i battistrada. Gruppo molto allungato.

Schermata 2014-03-23 alle 14.56.27

14:45 – 96 km al traguardo. Adesso in testa alla corsa ci sono sei corridori: Tjallingii, Barta, De Maar, Parrinello, Haas e Bono. Non c’è più Nicola Boem della Bardiani CSF, che ha perso contatto dagli altri compagni di fuga.

Schermata 2014-03-23 alle 14.48.51

14:41 – 6′ 35″ di vantaggio per i battistrada. Pioggia battente sulla strada.

14:37 – 107 km al traguardo. I sette fuggitivi hanno appena superato il centro abitato di Savona; sette i minuti di vantaggio sul gruppo.

14:26 – 115 km al traguardo. I fuggitivi hanno guadagnato nuovamente sul gruppo; ora il loro margine è salito a 7′ 50″. Ha contestualmente ricominciato a piovere.

14:21 – Dopo il guasto Peter Sagan è riuscito a rientrare in coda al gruppo principale.

14:16 – Problema meccanico per Peter Sagan. Adesso in testa al gruppo c’è l’Omega Pharma – Quick-Step di Mark Cavendish.

14:10 – Come si può apprezzare da questa foto condivisa sulla pagina ufficiale del Team Sky le condizioni meteo sono migliorate, anche se potrebbero peggiorare nuovamente avanzando sul percorso. Il vantaggio dei fuggitivi è ancora di 6′ 50″ sul gruppo, guidato sempre dalla Cannondale di Peter Sagan.

13:50 – 130 km al traguardo. 6′ 54″ il nuovo margine dei sette battistrada sul gruppo. In questo momento non sta piovendo sul percorso, ma il cielo plumbeo non promette nulla di buono.

13:44 – I fuggitivi stanno accusando la fatica; sul Turchino il gruppo sembra aver recuperato un paio di minuti.

13:25 – Dopo il Turchino le condizioni climatiche sono nettamente migliorate; sole ed asfalto asciutto.

13:16 – In questo momento mancano 165 km al traguardo. Il vantaggio dei fuggitivi è sceso a 10 minuti.

12:56 – Percorsi 110 km. Sale ancora il vantaggio dei sette battistrada; ora è di 10′ 30″. Peggiorano le condizioni meteo. A Ovada sta grandinando.

12:29 – Ecco un piccolo contributo video condiviso dalla Lampre-Merida.

12:22 – Dopo 94 km, sale a 9′ 50″ il vantaggio di Tjallingii, Barta, Boem, De Maar, Parrinello, Haas e Bono sul gruppo.

12:02 – 79 i km percorsi, il distacco è di 9′ 12″.

11:45 – I battistrada hanno percorso 69 km e il loro vantaggio ora è di 8′ 56″.

11:40 – La Cannondale non ha uomini in fuga, ma è alla testa del gruppo.

11:33 – 64 km dopo il via il distacco è tornato a salire e ora è di 9′ 20″.

11:27 – C’è un primo abbandono, quello di José Joaquin Rojas Gil della Movistar.

11:26 – La velocità media nella prima ora di corsa è stata di 47,7 km/h.

11:13 – I km percorsi ora sono 50 e il vantaggio dei fuggitivi è leggermente diminuito: 7′ 54″.

11:05 – A 39 km dall’inizio il distacco dei sette battistrada è salito a 8′ 20″.

10:55 – La Lampre-Merida in un breve video ci fa vedere che il gruppo nei primi km ha tenuto una velocità abbastanza sostenuta

10:51 – Dopo 35 km il distacco è di 7′ 25″.

10:50 – Confermiamo dunque che la prima fuga di questa Milano-Sanremo è composta da sette corridori:

    Antonino Parrinello (Androni)
    Nicola Boem (Bardiani)
    Maarten Tjallingi (Belkin)
    Nathan Haas (Garmin-Sharp)
    Matteo Bono (Lampre-Merida)
    Jan Barta (NetApp Endura)
    Marc De Maar (UnitedHealthcare)

10:43 – I sette battistrada sono nei pressi di Pavia e il distacco è salito a 5′ 30″.

10:33 – Attualmente abbiamo in fuga Marc De Maar, Maarten Tjallingii, Jan Barta, Antonino Parrinello, Matteo Bono, Nathan Haas e con loro dovrebbe esserci anche Nicola Boem della Bardiani. Il distacco è di poco superiore al minuto.

10:25 – Distacco salito a 18″, intanto due coppie di corridori cercano di inseguire quella al comando, si tratta di Marc De Maar della UnitedHealthcare e Antonino Parrinello dell’Androni e di Matteo Bono della Lampre-Merida e Nathan Haas della Garmin-Sharp.

10:22 – Dopo 11 km Maarten Tjallingii della Belkin e Jan Barta della NetApp – Endura stanno provando ad avviare una fuga seguiti da David Millar della Garmin – Sharp. I due in testa hanno circa 12″ di vantaggio.

10:18 – Ieri sera alcuni ciclisti, come André Greipel, sono stati sottoposti a controlli antidoping da una sola equipe medica per 16 ciclisti, quattro di ognuna delle quattro squadre alloggiate in ogni albergo, e hanno così fatto più tardi di quanto avrebbero voluto, visto che stamattina la sveglia era prestissimo.

10:10 – Iniziano i 294 km della Milano-Sanremo 2014!

10:08 – A Milano adesso non sta piovendo, ma le temperature sono decisamente basse, intorno ai 7-8 gradi.

10:07 – I corridori stanno per arrivare al km 0. Ci sono 8 km di distanza tra la zona del foglio firma e la partenza vera e propria.

10:02 – Ecco i corridori al momento del via

10:00 – Buongiorno e buona Milano-Sanremo! La Classicissima di primavera è appena partita dalla zona del foglio firma verso il km 0.

Milano-Sanremo 2014 – Diretta

[blogo-video provider_video_id=”wneD-kh97Sw” provider=”youtube” title=”Milano Sanremo – Highlights 2013″ thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=wneD-kh97Sw”]

È il grande giorno della Milano-Sanremo 2014 e qui su Outdoorblog.it la seguiremo in diretta per tutta la sua durata, dalla partenza poco dopo le 10 fino all’arrivo previsto tra le 16:50 e le 17:40 a seconda dell’andamento della gara, della velocità media e delle condizioni meteorologiche.
Purtroppo sono confermate le previsioni che già da qualche giorno preannunciano pioggia sulla maggior parte del percorso, ma se da gran parte dei ciclisti la strada bagnata non è particolarmente amata, qualcun altro potrebbe approfittarne.

Sono tantissimi i nomi dei favoriti per questa gara sempre molto imprevedibile. Gli esperti non hanno trovato un unico indiziato, ma più campioni che possono aspirare a salire sul primo gradino del podio oggi pomeriggio. Per i bookmaker (Snai in particolare) ci sono tre ciclisti con più possibilità di vincere oggi: Peter Sagan della Cannondale (quotato a 4,00), Mark Cavendish dell’Omega Pharma – Quick Step (6,00) e John Degenkolb della Giant-Shimano (7,00). Un po’ più distanziati Fabian Cancellara della Trek a 12, Arnaud Demare della FDJ e André Greipel della Lotto-Belisol a 15. I più quotati degli italiani sono due corridori della Lampre-Merida, Sacha Modolo e Diego Ulissi, entrambi a 25 dietro l’ex campione del mondo Philippe Gilbert della BMC (a 20) e alla pari con José Joaquin Rojas della Movistar. Il vincitore dello scorso anno Gerald Ciolek della MTN Qhubeka è quotato a 33, mentre Vincenzo Nibali a 40.

Tra coloro che hanno già vinto la Milano-Sanremo, oltre a Ciolek (2013), Cavendish (2009) Cancellara (2008) ci sono anche Alessandro Petacchi (2005) e Filippo Pozzato (2006). Petacchi farà però il gregario per Cavendish e alla vigilia della gara si è detto piuttosto ottimista perché ritiene che la sua squadra sia la più forte, visto anche come è andata alla Tirreno-Adriatico, il suo obiettivo è quello di lanciare il suo compagno britannico ai 180 metri.

Milano-Sanremo 2014: percorso, altimetria, start list ufficiale

Il foglio firma è in Piazza Sempione, nei pressi del Castello Sforzesco, la partenza è fissata alle ore 10:10 in via della Chiesa Rossa a Milano, poi si seguirà la strada statale 35 che tocca Rozzano e Binasco in provincia del capoluogo lombardo e prosegue nella provincia di Pavia. Tra le altre province che si attraverseranno ci sono quelle di Alessandria, Genova, Savona e infine Imperia, fino all’arrivo a Sanremo in Piazzale Italo Calvino.

Ci sono due rifornimenti, a Campo Ligure (strada statale 456) tra il km 136 e 139 dalla partenza, e a Ceriale (strada statale 1), tra il km 225 e il 228. Durante il percorso anche alcuni passaggi in galleria e un passaggio a livello sulla statale 456 in provincia di Alessandria.

La lunghezza totale della Milano-Sanremo è di 294 km. La prima salita è il Passo del Turchino, al km 143,5 dalla partenza, è un’ascesa storica per questa corsa, piuttosto lunga, ma non dura, infatti solitamente non fa molta selezione. La pendenza massima in questo caso è del 5-6%.

Anche le successive salite sono piuttosto abbordabili per tutti i corridori al via, cioè Capo Mele al km 241, e Capo Cervo al km 246. La corsa si complica un po’ sul Capo Berta al km 254, ma le salite più importanti solo quella della Cipressa, lunga 5,6 km con una pendenza media del 4,1% e picchi del 9%, a circa 28 km dall’arrivo, e poi il Poggio a sette km dal traguardo, lunga 3,7 km con pendenza media del 3,7% e massima dell’8%, difficile più che altro perché arriva quando i ciclisti hanno percorso già oltre 283 km.

Restate su questa pagina di Outdoorblog.it per tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

Qui di seguito planimetria

Milano-Sanremo 2014 Planimetria

Ecco l’altimetria totale della Milano-Sanremo 2014

Milano-Sanremo 2014 Altimetria

e queste le salite della Cipressa e del Poggio e l’arrivo a Sanremo

Milano-Sanremo 2014 - Salite e arrivo