Tentano di uccidere un uomo a fucilate: due arresti ad Alcamo

Francesco e Vincenzo Gatto sono stati arrestati dopo avere tentato di uccidere Enrico Coraci

I carabinieri di Alcamo hanno arrestato due giovani pregiudicati che, nella notte fra venerdì 20 e sabato 21 novembre avrebbero tentato di uccidere Enrico Coraci, trentaquatrenne nipote di Vito Coraci, un indiziato mafioso accusato di avere avuto un ruolo nel sequestro del piccolo Giuseppe Di Matteo.

Dopo il ferimento, Coraci è stato sottoposto a un difficile intervento chirurgico e si trova attualmente ricoverato, in condizioni molto gravi, nel reparto Rianimazione dell’ospedale Cervello di Palermo.

Francesco e Vincenzo Gatto sono due fratelli di 29 e 22 anni, impiegati occasionalmente come braccianti in agricoltura. I due fratelli sono accusati di tentato omicidio, lesioni personali gravissime e porto abusivo di arma da fuoco.

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, i due giovani avrebbero avuto un diverbio con la vittima all’interno di un locale e, successivamente, avrebbero pianificato l’agguato, armati di fucile, in via Ruisi, in un quartiere popolare di Alcamo.

La vittima è stata ferita in pieno petto e si trova tutt’ora in prognosi riservata all’ospedale Cervello di Palermo. I due arrestati sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Trapani “San Giuliano”, dove si trovano in regime di isolamento.

Via | Sì24