Viterbo, minaccia la ex e la figlia della donna: divieto di avvicinamento per un 50enne

Divieto di avvicinamento per lo stalker che ha inviato alla ex 140 messaggi minatori in 18 giorni.

di remar

Perseguitava la sua ex per farla ritornare con lui arrivando a minacciare anche la divulgazione di notizie private sulla figlia minorenne della donna. Con questa accusa a un uomo di 50 anni, residente nel Viterbese, è stato notificato il divieto di avvicinamento alla ex. La misura cautelare per il presunto stalker arriva solo ora, dopo diverse denunce presentate dalla vittima con cui l’uomo aveva avuto una breve relazione. La donna perseguitata e la figlia hanno dovuto cambiare casa e persino auto per sentirsi più sicure.

Secondo le indagini della Squadra mobile della questura di Viterbo l’uomo ha esercitato forti pressioni sulla ex compagna per costringerla a riprendere la loro relazione, minacciando di diffondere notizie sulla vita della figlia minorenne della donna, di pubblicare sui social foto della loro relazione e dicendo che si sarebbe suicidato se la vittima non fosse tornata con lui. Minacce e ricatti che l’uomo indirizzava anche all’ex marito della vittima.

In 18 giorni l’uomo ha inviato alla donna qualcosa come 140 messaggi di molestie e minatori del tipo “ti trovo di persona”, “pagherai per quello che hai fatto”, “ti faccio toccare il fondo”, “pagherai con gli interessi”. Il gip di Viterbo su richiesta della locale procura ha quindi emesso il provvedimento restrittivo che vieta all’uomo di comunicare, con qualsiasi mezzo, con le persone molestate e di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla donna, dalla sua famiglia e dall’ex compagno obbligandolo a stare una distanza di 200 metri da tali zone.