Le pagelle del lunedì

Gianni Alemanno: “indipendent”. Voto + 8. Il sindaco di Roma definisce “delirante e diffamatorio” l’articolo dell’Indipendent sui divieti nelle città italiane e attacca anche la “propaganda strumentale di certa sinistra e del Pd contro quei comuni amministrati dal centrodestra che hanno adottato rigide ordinanze antidegrado”. E’ vero, ordinanze analoghe sono state emanate ancor prima anche

Gianni Alemanno: “indipendent”. Voto + 8. Il sindaco di Roma definisce “delirante e diffamatorio” l’articolo dell’Indipendent sui divieti nelle città italiane e attacca anche la “propaganda strumentale di certa sinistra e del Pd contro quei comuni amministrati dal centrodestra che hanno adottato rigide ordinanze antidegrado”. E’ vero, ordinanze analoghe sono state emanate ancor prima anche da sindaci di centrosinistra come Cacciari a Venezia e Domenici a Firenze. Per fortuna. No ai sindaci “sceriffi”. Ma Basta con la “libertà” di trasformare le nostre città in luoghi di bivacco e di imbrattare monumenti e luoghi pubblici. The Indipendent: da quale pulpito!

Italie: da medaglia. Voto – 9. Italie con la “e” finale perché non c’è solo una Italia. C’è l’Italia Olimpica delle medaglie e quella delle vergogne (con atleti come i nostri mediocri calciatori coccolati che viaggiano in classe business e altri atleti medagliati costretti alla classe economica) e c’è l’Italia dei due pesi e due misure. Piccole cose? L’acqua minerale costa 3 euro al metro cubo alle concessionarie per l’imbottigliamento e poi al supermercato la paghiamo 260 euro al metro cubo. Vai in spiaggia? Lo Stato incamera 40 milioni l’anno dai gestori di lidi che però ricavano 2 miliardi di euro dalla stagione balneare. Forza Italia! Poveri italiani!