Terremoto Aquila: assolta la Commissione grandi rischi

Gli scienziati assolti in via definitiva; condannato solo Bernardo De Bernardinis, della Protezione Civile.

Le assoluzioni degli scienziati della Commissione grandi rischi sono state confermate anche in Cassazione e sono quindi, ora, definitive. Gli scienziati erano accusati di omicidio colposo e lesioni per non aver avvertito la popolazione del rischio di terremoto all’Aquila, avvenuto il 6 aprile 2009.

Gli scienziati si erano riuniti in riunione il 31 marzo 2009, dando poi rassicurazioni alla popolazione che si sono infine rivelate infondate. La condanna di primo grado, che aveva destato groppo scalpore visto che i terremoti sono stati sempre considerati non prevedibili.

In appello, in effetti, erano stati poi tutti assolti, cosa confermata in Cassazione. L’assoluzione riguarda Franco Barberi, ex presidente vicario della commissione Grandi rischi ed ex capo della Protezione Civile; Enzo Boschi, presidente dell’Istituto nazionale di geofisica; Giulio Selvaggi, capo del Centro nazionale terremoti; Gian Michele Calvi, direttore di Eucentre; Claudio Eva, docente di fisica all’Università di Genova, e Matteo Dolce, direttore dell’Ufficio rischio sismico della Protezione Civile.

Condannato invece Bernardo De Bernardinis, della Protezione Civile.

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →