Pontenure: scomparsa Giuseppina Pierini, indagati figlia e nipote

Giuseppina Pierini, scomparsa 3 anni fa, sarebbe stata uccisa dopo una lite con la figlia per la pensione.

di remar

Per la scomparsa di Giuseppina Pierini avvenuta tra anni fa a Pontenure (Piacenza), sono indagati la figlia ed il nipote della donna. La svolta nelle indagini, che ora procedono per omicidio, c’è stata dopo che giovedì scorso sono stati ritrovati nei pressi di un casale nelle campagne di Massa Marittima (Grosseto) dei resti umani che apparterrebbero alla donna.

Sarebbe stato il nipote della donna a indicare agli investigatori il luogo in cui trovare i resti, accusando anche la madre, figlia della donna scomparsa per la vicenda. Intanto gli esami per stabilire di chi siano i resti sono ancora in corso anche se i dubbi che non appartengano alla scomparsa sono davvero pochi.

Giuseppina Perini, pensionata di 63 anni, secondo il quotidiano Il Piacenza sarebbe stata costretta a bere una miscela di sonniferi e farmaci. La donna avrebbe provato ad opporsi ma l’assassino con una mano, le avrebbe tappato il naso, mentre con l’altra le avrebbe versato il bicchier d’acqua con il mix di medicinali in bocca.

Dopo aver perso conoscenza la donna sarebbe stata soffocata con un sacchetto di plastica e quindi il suo corpo nascosto nella campagne del grossetano, sfigurato in volto a colpi di badile, dove è rimasto fino alla scorsa settimana. Dietro il delitto ci sarebbe una lite per la pensione della donna: Giuseppina pare avesse deciso di togliere la delega alla figlia che la riscuoteva al posto suo.