‘Ndrangheta, operazione Ulisse: 37 arresti a Milano

Operazione Ulisse: 37 presunti ‘ndranghetisti in manette, le accuse vanno dall’estorsione all’usura. I carabinieri: sistematico il ricorso all’intimidazione.

Sono 37 le persone arrestate a Milano in un blitz contro le cosche di ‘ndrangheta insediatesi nel capoluogo. Dopo le inchieste Crimine e Infinito è ancora la mafia calabrese a finire nel mirino degli inquirenti nelle sue ramificazioni in Lombardia.

Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri del Ros e del comando provinciale di Milano su richiesta della Procura distrettuale antimafia. Le accuse a carico degli indagati spaziano dall’associazione di tipo mafioso, al porto e detenzione illegale di armi, passando per l’usura e le estorsioni. Tutti reati aggravati dalle finalità mafiose.

Spiegano i carabinieri in una nota che le indagini sfociate nell’operazione odierna, denominata Ulisse, hanno consentito:

“di documentare le dinamiche criminali delle proiezioni extraregionali della ‘ndrangheta in Lombardia, il loro solido legame con le cosche d’origine e il pervasivo controllo delle aree d’influenza, anche mediante il sistematico ricorso alla violenza ed all’intimidazione”.

Foto | Flickr

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →