Usa, arrestati due agenti di polizia: hanno ucciso un bambino di 6 anni

L’omicidio è avvenuto a Marksville, in Louisiana, durante un inseguimento. Jeremy Mardis aveva sei anni

Due agenti delle forze di polizia degli Stati Uniti sono stati sospesi dal servizio dopo avere ucciso un bambino di sei anni durante un inseguimento. Jeremy Mardis, sei anni, si trovava a bordo dell’auto guidata da suo padre. Secondo le prime ricostruzioni, una pattuglia di Marshals (funzionari del comune che operano part time con funzioni di polizia) hanno inseguito la vettura guidata da Chris Few, un 25 enne. A un certo punto la vettura si è infilata in un vicolo cieco e i due poliziotti hanno fatto fuoco. Il bambino, affetto da autismo, è stato raggiunto da cinque colpi alla testa e da uno al petto morendo sul colpo.

L’uomo non aveva armi addosso o nell’auto. Mark Edmonson, capo della polizia della Louisiana ha smentito una prima versione secondo la quale l’uomo avrebbe fatto retromarcia con il Suv per andare contro l’auto della polizia. Edmonson ha anche detto che esistono immagini dell’inseguimento e le ha definite come le “più inquietanti che abbia mai visto”.

La morte di Jeremy Mardis è una delle 971 conteggiate da The Counted, il progetto di giornalismo partecipato del Guardian che ha iniziato a censire, anche con l’aiuto dei lettori, i decessi del 2015 a opera dei poliziotti. Il numero supererà verosimilmente le 1000 unità entro la fine dell’anno, con una media di poco inferiore ai tre omicidi al giorno a opera di forze di polizia.

Via | The Guardian

Foto | Youtube