Torremaggiore: 32enne ucciso in un agguato

Antonio Tancredi, con precedenti per estorsione e droga, è stato ucciso nelle campagne di Torremaggiore sulla provinciale 12 in direzione Lucera.

di remar

Agguato all’alba di oggi a Torremaggiore, in provincia di Foggia, dove Antonio Tancredi, di 32 anni, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, lavorava come netturbino. Tancredi secondo una prima ispezione cadaverica è stato freddato verso le 5 del mattino nelle campagne del centro del foggiano, lungo la strada provinciale 12 in direzione Lucera

Sul luogo dell’omicidio sono poi giunti i carabinieri di Torremaggiore. Il 32enne era a bordo della sua auto quando è stato affiancato da quella dei killer, ad agire sarebbe stata più di una persona, da cui sono stati esplosi alcuni colpi di pistola. La vettura della vittima, un’Alfa 159, è stata poi ritrovata con entrambi i finestrini anteriori frantumati dai proiettili.

Tancredi dopo i primi colpi sarebbe riuscito a scendere dal mezzo e fare qualche decina di metri a piedi ma è stato inseguito a ferito a morte con un altro proiettile che lo avrebbe raggiunto alla nuca. Non era la prima volta che l’uomo subiva un agguato, già due mesi fa qualcuno aveva già cercato di ucciderlo. Forse la stessa persona che questa volta ha portato a termine la sua missione di morte.

Le indagini non possono che partire da qui mentre si cercano collegamenti con i precedenti della vittima: estorsione, furto, associazione a delinquere e droga, secondo quanto riporta la Repubblica Bari.

I Video di Blogo