Usa, bambino di 11 anni uccide vicina di 8

Ha utilizzato il fucile del padre. La tragedia a White Pine (Tennessee).

A pochi giorni dalla tremenda strage nell’Oregon, ancora una tragedia negli Stati Uniti dalle armi facili: un bambino di 11 anni ha ucciso con il fucile del padre una bimba di 8 anni, sua vicina di casa. Il tutto è avvenuto nella cittadina di White Pine (Tennessee).

Il tutto pare sia avvenuto, stando alla ricostruzione della madre della bambina resa nota dallo sceriffo della contea di Jefferson, in seguito a una richiesta del bambino di poter giocare con il cane della vicina. In seguito alla risposta negativa della bimba, il ragazzino le si è avvicinato e ha sparato.

Stando a questa prima ricostruzione, non si tratterebbe di un tragico incidente, ma di un vero e proprio omicidio: l’11enne è infatti stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario, cosa che negli Stati Uniti è possibile nonostante la giovanissima età.

La polizia ha trovato sul luogo del delitto una pistola a piombini ma soprattutto un fucile calibro 12. Un altro aspetto importante è che, sempre stando a quanto riportato dalla madre della vittima, il ragazzino aveva già avuto problemi comportamentali, ed era stato accusato di bullismo nei confronti della bambina, tanto che la madre di lei ne aveva parlato con il preside della scuola che entrambi frequentavano.