Gran Bretagna: assolto perchè sonnambulo

Negli ultimi giorni si parla parecchio di sentenze e comportamenti che arrivano da oltre manica che hanno dell’assurdo. Uno degli ultimi è quello che ha visto l’assoluzione di Alan Ball, accusato di abuso sessuale su un minore.I fatti risalgono ad un anno fa, quando durante un veglione Ball, 35enne di Preston, si era accasciato su

Negli ultimi giorni si parla parecchio di sentenze e comportamenti che arrivano da oltre manica che hanno dell’assurdo. Uno degli ultimi è quello che ha visto l’assoluzione di Alan Ball, accusato di abuso sessuale su un minore.

I fatti risalgono ad un anno fa, quando durante un veglione Ball, 35enne di Preston, si era accasciato su un divano dopo aver ecceduto con alcolici. Durante la notte poi il giovane si era alzato, aveva percorso le scale e si era infilato nel letto di una ragazzina e l’aveva baciata sulle labbra.

Immediata l’accusa ed i provvedimenti del caso. A Ball era stata tolta la patria potestà ed aveva perso il lavoro.
Ebbene, dopo un anno arriva la sentenza: innocente. La motivazione è che il giovane fosse in stato di sonnambulismo. Ball infatti è affetto da sonnambulismo come molti altri membri della sua famiglia e quindi quando si era recato nella stanza della minorenne non fosse in grado di intendere.

I Video di Blogo